Home»News»Fusion in “pensione”, sostituita dal crossover (forse) Ford Mondeo Evos

Fusion in “pensione”, sostituita dal crossover (forse) Ford Mondeo Evos

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’ultima Fusion, Mondeo in Europa, è stata prodotta in Messico il 3 luglio: verrà sostituita con una variante crossover che potrebbe chiamarsi Ford Mondeo Evos. L’addio è stato anticipato di quasi un mese per effetto del Covid-19, dato che la data prevista inizialmente era quella del 31 luglio. Oltre alla Fusion, Ford rinuncia anche alla S-Max ed alla Galaxy.

Negli USA meno della metà dei clienti del modello resta fedele al marchio

L’Ovale Blu ha in pratica deciso di separarsi delle monovolume per puntare sui suv, oltre che sui pick-up. Una scelta quasi obbligata, almeno stando ai dati diffusi dall’agenzia Bloomberg, che ha rivelato come meno della metà dei clienti statunitensi della Fusion (Mondeo) restano fedeli al marchio. Anche nel Vecchio Continente le classiche berline e station wagon hanno gradualmente perso il loro fascino, pur mantenendo quote di mercato importanti. Ford ha già avviato la conversione dell’offerta, cominciando a proporre modelli più “americani” anche in Europa, a cominciare dalla Explorer. Senza contare la Ford Puma, naturalmente, che ha le proporzioni giuste per piacere nel Vecchio Continente e in Italia. Il nuovo crossover che prenderà il posto della Mondeo potrebbe chiamarsi Ford Mondeo Evos.

Il nome Ford Mondeo Evos già depositato in Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito

L’Ovale Blu riprenderebbe così il nome di un concept esibito al Salone di Francoforte nel 2011. In realtà la denominazione è stata anche già protetta per alcuni mercati come anglosassoni come Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito. La vettura è sviluppata sulla piattaforma C2 sulla quale viene prodotta una ampia gamma di modelli, dalla compatta Fiesta fino alla Edge, ossia tra poco più 4 e fino a quasi 4,85 metri di lunghezza. La possibile Ford Mondeo Evos avrà un assetto rialzato con una posizione di guida più vicina a quella dei suv e probabilmente con gli inevitabili elementi protettivi che caratterizzano i fuoristrada. A beneficio di aerodinamica e consumi, il profilo sarà a tetto spiovente. A quanto pare verrà offerta con unità a benzina, anche mild hybrid, ed a gasolio.

Articoli precedente

Da Costa vince il terzo ePrix di fila, sempre più vicino il titolo di Formula E

Articolo successivo

Nissan Magnite, ambizioni planetarie per il suv compatto destinato all'India