Home»News»La Ford snellisce la gamma: Mondeo a rischio estinzione?

La Ford snellisce la gamma: Mondeo a rischio estinzione?

0
Condivisi
Pinterest Google+

La Mondeo a rischio estinzione potrebbe uscire dai programmi Ford

La Ford Mondeo sarebbe a rischio estinzione. Sotto la guida di Jim Hackett l’Ovale Blu sta rivedendo la propria strategia con uno snellimento della gamma. Una soluzione che ha già fruttato risultati in casa PSA, ad esempio. Negli Stati Uniti, Ford si concentrerà quasi esclusivamente su suv e pick-up, tra l’altro con l’annunciato ritorno del Bronco ed il debutto del “piccolo” cassonato Ranger.

L’ammiraglia Taurus uscirà di produzione

In USA sembrano destinati a sopravvivere due soli altri modelli: l’iconica Mustang e la popolare Focus. Anche quest’ultima tuttavia quasi esclusivamente nella sua declinazione ispirata ai crossover, cioé la Active. Nel resto del mondo, invece, della vettura è appena stata svelata la quarta generazione. L’ipotesi è che modelli come la Fusion – Ford Mondeo in Europa – la stessa Fiesta, la Focus e perfino la Taurus escano di produzione. La Focus è tra le top seller d’Europa e sfida la VW Golf ed ha appena debuttato il nuovo modello. Per qualche anno almeno i clienti del Vecchio Continente saranno al “sicuro”, mentre quelli americani sono destinati a non poterla più acquistare dal 2020 in poi.

L’eventuale addio alla Ford Mondeo all’inizio del prossimo decennio

In ogni caso, per l’Ovale Blu i volumi europei (e non solo) di Fiesta sono attualmente troppo importanti per poterne fare a meno. Anche se nel 2017 sono scese (comunque oltre 254 mila esemplari) ed in classifica è finita anche dietro Renault Clio e VW Polo, le vendite restano significative. Della ammiraglia Taurs, Ford ha già fatto sapere che non avrà una erede e quindi la sua produzione verrà chiusa a dieci anni dall’inizio, avvenuto nel 2009. La Ford Mondeo rischia di venire sacrificata perché negli USA la Fusion uscirà di produzione probabilmente con il prossimo decennio.

Riduzione delle CO2 grazie alla strategia di elettrificazione

E nel caso di questo modello i costi di sviluppo di una nuova generazione non sarebbero sostenibili per la sola commercializzazione in Europa. La Ford avrebbe come alternativa la fabbricazione in Cina ed il successivo export nel Vecchio Continente. Ford non si era finora espressa ufficialmente. Il costruttore americano punta anche sull’elettrificazione e quindi si tratterà di capire quali modelli (nuovi e vecchi) risulteranno adatti alla trasformazione.

Articoli precedente

"Villeneuve, il mito che non muore" in mostra all'Autodromo di Monza

Articolo successivo

Eni aumenta anche il GPL. Rincari Q8 e Tamoil su benzina e diesel