Home»Electric»Ford Mustang Mach-E, quasi 120 km di autonomia con 10 minuti alla spina

Ford Mustang Mach-E, quasi 120 km di autonomia con 10 minuti alla spina

0
Condivisi
Pinterest Google+

Quasi 120 chilometri di percorrenza a zero emissioni nel ciclo WLTP con 10 minuti di ricarica: è uno dei parametri anticipati da Ford per la prossima Mustang Mach-E. Almeno se il rifornimento avviene presso una colonnina Ionity. L’autonomia elettrica è pari ad un quinto di quella complessiva dichiarata, che è di 600 chilometri. Il nuovo modello dell’Ovale Blu, che ha già fatto il pieno di prenotazioni per la First Edition che arriva nel 2021, è un ambizioso suv elettrico. Si tratta del primo veicolo sviluppato da Ford per il mercato di massa per viaggiare a emissioni zero su strada.

Rispetto alle simulazioni precedenti la percorrenza cresce di 26 chilometri

Ionity, invece, è il consorzio per la ricarica rapida di cui Ford è tra i soci fondatori assieme ai costruttori della Germania: Daimler, Bmw, Porsche e Audi. Negli ultimi test interni del costruttore americano la Mustang Mach-E “raggiunge una media di 119 km di autonomia in 10 minuti di ricarica presso una stazione Ionity. Rispetto alle stime precedenti, il suv raggiunge così una percorrenza superiore del 30% in condizioni di traffico reale, pari a circa 26 chilometri. Il dato si riferisce a simulazioni al computer sulla versione con trazione posteriore e batteria extended range. “I clienti Mustang adorano godersi la strada e meno tempo per la ricarica significa più tempo per godersi la guida”, ha commentato Mark Kaufman, direttore globale Electric Vehicles.

Quarantacinque minuti per il pieno all’80% della Mustang Mach-E

Per la declinazione a trazione integrale l’autonomia con 10 minuti alla presa è calcolata dal costruttore in 107 chilometri. Per dal 10% all’80% la Mustang Mach-E deve restare collegata alla colonnina per tre quarti d’ora. I modelli con la batteria standard possono raggiungere tra gli 85 ed i 91 chilometri di autonomia con 10 minuti di ricarica. L’Ovale Blu ha anche anticipato che i clienti del Vecchio Continente potranno beneficiare del Ford Charging Solutions, una funzione che permette l’accesso integrato e continuo alla ricarica domestica e pubblica presente sul territorio. Entro il triennio, la casa americana doterà anche tutte le proprie strutture europee di infrastrutture di ricarica per un totale di circa mille stazioni.

 

Articoli precedente

Doppietta Wehrlein (Mahindra) nella Formula E virtuale che parla tedesco

Articolo successivo

Eni ci ripensa, venerdì il ribasso e 24 ore dopo arriva il rialzo dei prezzi