Home»News»Ford triplicherà la flotta di auto per i test a guida autonoma

Ford triplicherà la flotta di auto per i test a guida autonoma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sperimentazione “al cubo” sulla guida autonoma: Ford ha già triplicato il numero di veicoli impiegati per i test e nel corso del 2017 scatterà un ulteriore incremento. Le auto dell’Ovale per verificare le tecnologie che avvicinano alla guida autonoma sono già state portate da 10 a 30 e l’anno prossimo dovrebbero diventare 90, cioè poco meno di quelle impiegate da Waymo, la società di Google, e fornite da Fiat Chrysler Automobiles (cento Chrysler Pacifica ibride plug-in). Le nuove Ford Fusion Hybrid Autonomous Drive (in Europa il modello si chiama Mondeo) saranno equipaggiate con sistemi ancora più avanzati. In particolare, i raffinati sensori LiDar sono stati installati all’interno delle barre del tetto. Una soluzione interessante non solo dal punto di vista aerodinamico, ma anche estetico.

Tutti i dispositivi sono stati aggiornati e sono accreditati di una maggior capacità “ricettiva”: grazie ad uno programma specifica, il software è capace di elaborare al meglio la funzione di auto apprendimento. Secondo Ford, le auto senza guidatore arriveranno su strada con il 2021: l’Ovale Blu continuerà tuttavia e montare sia volante sia pedali (l’obiettivo è quello di riuscire a farne a meno). L’impiego della auto a guida autonoma sarà inizialmente limitato al solo car sharing. Le Ford Fusion Hybrid Autonomous Drive verranno testate in tre stati: Michigan, California e Arizona. Ford esibirà le auto sperimentali al prossimo Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas tra il 5 e l’8 gennaio 2017.

Articoli precedente

Ottavo rincaro Esso in due settimane: 1 cent in più su verde e diesel

Articolo successivo

La sesta generazione di Suzuki Swift debutta in Europa a Ginevra