Home»News»Veicoli Commerciali Ford primi in Europa e da record in Italia nel 2020

Veicoli Commerciali Ford primi in Europa e da record in Italia nel 2020

0
Condivisi
Pinterest Google+

La divisione Veicoli Commerciali di Ford ha contabilizzato un 2020 da record in Europa e in Italia. In una nota, l’Ovale Blu ha ufficializzato di essere stato il marchio leader in Europa per il sesto anno di fila. Addirittura il 56esimo nel Regno Unito. La quota di mercato è stata del 14,6%, in aumento di 0,7 punti rispetto al 2019. In Italia, la penetrazione dei veicoli commerciali di Ford ha raggiunto il record storico con il 15,4%: alle fine del 2019 era del 13,7%.

Nel 2022 arriva la variante a zero emissioni del Transit

I risultati ottenuti nel 2020 dai Veicoli Commerciali Ford in Italia ci riempiono di orgoglio“, ha commentato il responsabile Marco Buraglio. Il manager ha intensificato tre unicità del marchio: “Siamo gli unici a offrire un modello in ogni segmento, siamo gli unici ad avere motorizzazioni Mild Hybrid e Plug-In Hybrid e siamo gli unici ad avere una gamma di personalizzazioni che riesca a soddisfare le svariate necessità dei clienti”, ha precisato. L’Ovale Blu ha avviato l’elettrificazione alla fine del 2019: le due soluzioni ibride, che precedono l’arrivo, nel 2022, dell’E-Transit a zero emissioni, offrono una notevole flessibilità di utilizzo.

I Ford Custom e Ranger con quote nel segmento del 30 e 36%

Con l’opzione EcoBlue Hybrid, Ford è l’unico costruttore ad aver elettrificato anche la motorizzazione a gasolio. L’autonomia della declinazione plug-in assicura una percorrenza a zero emissioni che raggiunge i 56 chilometri. “Che può superare i 500 km grazie al motore benzina 1.0 EcoBoost, utilizzato come range extender”, informa il costruttore. L’Ovale Blu ha anche confermato la cosiddetta “import leadership” per il quinto anno consecutivo grazie alla gamma Custom: +5,5 punti nel segmento, che domina con il 30% di quota. Il pick-up Ranger, disponibile anche nella nuova variante MS-RT, ha raggiunto addirittura il 36% (32% nel 2019).

Articoli precedente

Lotus, addio alle Elise, Exoge e Evora. Arrivano la Evija e la nuova Typ 131

Articolo successivo

Niels van Roij rivisita la Breadvan del 1962 con la Ferrari 550 Maranello