Home»News»GEFCO/ Il punto sulla logistica in occasione del TRANSPOTEC LOGITEC

GEFCO/ Il punto sulla logistica in occasione del TRANSPOTEC LOGITEC

0
Condivisi
Pinterest Google+

MILANO – Conciliare azioni di business e responsabilità sociale può sembrare difficile: GEFCO dimostra come si possono concretamente coniugare questi due obiettivi.Un comportamento socialmente responsabile è qualcosa che va al di là del semplice rispetto delle leggi: la CSR implica che si faccia qualcosa di più, ma nel mondo della competizione globale questo non può significare costi aggiuntivi, a meno che non vi sia un consumatore o un cliente disposto a pagarli.Per questo l’impegno di GEFCO è stato quello di mettere in gioco tutta la propria esperienza e il proprio know-how internazionale per identificare soluzioni reali che consentano al tempo stesso di avere maggiore attenzione alla sostenibilità e maggiore competitività. Seguendo un’ottica di eco-management, GEFCO propone ai suoi clienti una gamma di servizi orientati al rispetto dell’ambiente: si tratta, nello specifico, dell’InNight Distribution, ovvero del trasporto e della distribuzione notturna delle merci, e di GefBoxSystem, innovativa soluzione logistica per la gestione degli imballaggi riciclabili. Nel primo caso si ha un triplice vantaggio: riduzione del 50% dei tempi di percorrenza, decongestione del traffico diurno e diminuzione di emissioni nocive nell’atmosfera (le ultime stime GEFCO rivelano che con un anno di distribuzione notturna si evita l’emissione nell’atmosfera di circa 120 tonnellate di CO2). Nel caso di GefBoxSystem, GEFCO migliora la disponibilità degli imballaggi proponendo una gamma di soluzioni ecologiche destinate a ottimizzare la gestione dei flussi di movimentazione.A conferma della sua propensione al rispetto ambientale, GEFCO basa una consistente percentuale dei propri traffici, pari al 25% di quelli totali, su trasporti alternativi alla gomma.Cifre importanti si registrano nel trasporto marittimo: 1.070.000 veicoli trasportati via mare nel 2006, pari al 38% dei mezzi movimentati annualmente da GEFCO, per un totale del 14% del fatturato complessivo nel trasporto. Attualmente ci sono 35 linee marittime europee, tra cui la Tolone-Civitavecchia (una delle tante “autostrade del mare”) grazie alla quale GEFCO movimenta 20.000 veicoli all’anno verso l’Italia. Altro dato degno di nota riguarda il trasporto ferroviario: 930.000 veicoli trasportati su rotaia nel 2006; GEFCO è di fatto il primo operatore europeo per numero di vagoni ferroviari portavetture posseduti. Proprio il ricorso a queste forme di trasporto alternativo permette a GEFCO di ottenere un altro importante risultato: evitare, ogni anno, la circolazione su strada di circa 2.000 camion, con conseguente risparmio di oltre 380.000 kg di CO2 altrimenti emessi nell’atmosfera.Il Gruppo GEFCO, operatore internazionale di logistica e trasporti, presenta un fatturato di 3,2 miliardi di Euro, ha 10.500 dipendenti e copre, attraverso 420 siti, oltre 80 paesi. GEFCO opera in tutti i campi della catena logistica, mettendo a disposizione dei clienti l’insieme delle proprie competenze: progettazione di soluzioni logistiche, gestione di flussi informativi e fisici, trasporti stradali, marittimi, ferroviari e aerei, stoccaggio e operazioni a valore aggiunto sulle piattaforme, dogana e rappresentanza fiscale.Il sistema d’informazione mondiale (a controllo e gestione locale) adottato da GEFCO permette al gruppo di gestire in tempo reale i flussi fisici e d’informazione.

Articoli precedente

TOYOTA/ Nuovo Rav4 Crossover da scoprire sabato e domenica 7

Articolo successivo

RENAULT/ Dacia Logan, auto low-cost, alla prova di carico con l'arredamento Ikea