Home»News»GENERAL MOTORS/ Addio alla Russia costerà 600 mln dollari

GENERAL MOTORS/ Addio alla Russia costerà 600 mln dollari

0
Condivisi
Pinterest Google+

Detroit (Stati Uniti) – Opel si congeda dalla Russia, che sarebbe stata una sorta di contropartita per l’abbandono di Chevrolet dall’Europa occidentale e consentire alla casa del Fulmine di recuperare quote di mercato dopo i bilanci in rosso dei primi dodici anni al terzo millennio. Il ritiro di General Motors appare tuttavia più ampio ed è quasi certo che abbia influito anche la difficile situazione politico/diplomatica legata alla “crisi” in Ucraina.

 

La ristrutturazione delle attività in Russia, complicate dalle sanzioni occidentali e dalle ritorsioni dell’esecutivo di Mosca, dovrebbe costare a GM almeno 600 milioni di dollari. Già a fine anno Chevrolet ridurrà la propria presenza, mentre il colosso americano si concentrerà soprattutto su Cadillac e sui modelli di punta del Cravattino, come Corvette o Camaro. Ancora prima, cioè verso la metà dell’anno, verrà sospesa la produzione nello stabilimento di San Pietroburgo ed “annullati” i contratti con GAZ per l’assemblaggio di veicoli Chevrolet. “Sopravviverà” al pesantissimo ridimensionamento solo la joint-venture con Avtovaz che fabbrica Chevrolet Niva. GM ha assicurato che continuerà a garantire assistenza e ricambi ai clienti del gruppo nel paese.

Articoli precedente

OPEL/ Turbo da 150 CV per Corsa con ottica OPC

Articolo successivo

CARBURANTI/ TotalErg abbassa il prezzo del gasolio