Home»News»Gli incentivi non bastano, in giugno la Germania dell’auto cede il 32,2%

Gli incentivi non bastano, in giugno la Germania dell’auto cede il 32,2%

0
Condivisi
Pinterest Google+

Malgrado le 220.272 immatricolazioni di auto nuove contabilizzate in giugno, il mercato dell’auto della Germania segna una flessione importante, -32,2%. Un dato decisamente negativo, superiore a quello dell’Italia, -23%. Il bilancio del semestre si attesta a -34,5% con 1,2 milioni di vetture targate.

Fiat fra i quattro marchi positivi nel mese, grazie ai camper

E questo nonostante l’estensione del piano di incentivi varati dal governo, seppur di misura inferiore rispetto a quello della Francia, che ha contabilizzato in giugno un aumento dei volumi dell’1,2%. Le misure sul distanziamento personale sembrano aver ulteriormente spinto i clienti verso il segmento dei camper, che nel mese ha registrato una crescita del 62,2%. Si tratta di un dato che favorisce Fiat Professional, che con il Ducato domani il segmento. E, infatti, nel mese il marchio italiano è uno dei pochi a progredire: +1,5%. Hanno fatto meglio solo le case giapponesi Mitsubishi (+11,2%), Honda (+2,8%) e Subaru (+2,6%). Fra i costruttori tedeschi, solo Porsche ha avvicinato la parità a -0,5%. Nel semestre nessuna casa è riuscita ad evitare la flessione.

In Germania i volumi delle plug-in sono lievitati del 274,4%

DS, ma con una quota dello 0,1%, è il solo brand ad aver contenuto le perdite sotto il 10%, -8,6%. Poi ci sono Mitsubishi a -14,5%, Jagaur a -15,5%, Tesla a – 17,8% e Volvo a -19,6%. Le immatricolazioni di auto a benzina sono state il 51,5% del totale. Quelle ibride sono cresciute di quasi il 61% con una quota del 13,7%. All’interno di questo segmento sono lievitate le vendite delle plug-in, +274,4%, sfiorando il 5% di penetrazione. La quota delle auto elettriche ha raggiunto il 3,7%. Le emissioni medie delle auto di nuova immatricolazione in Germania sono scese del 4,3% a 150,2 g/km (150,8 nel semestre).

Articoli precedente

Kia XCeed, crossover urbano alternativo, anche plug-in, a 48 Volt e a GPL

Articolo successivo

Nuova Honda Jazz: moderna, tecnologica ed ibrida