Home»News»La Germania “salva” il diesel: ecco come ha evitato i divieti di circolazione

La Germania “salva” il diesel: ecco come ha evitato i divieti di circolazione

0
Condivisi
Pinterest Google+

La Germania “salva” il diesel: ecco come ha evitato i divieti di circolazione

La Germania ha salvato il diesel e soprattutto gli automobilisti che hanno un’auto a gasolio evitando i divieti di circolazione. Il Bundestag ha già approvato le modifiche al Codice della Strada che, nella sostanza, limitano i blocchi del traffico. Le restrizioni rischiavano di mettere in ginocchio milioni di pendolari in decine di città. Il definitivo via libera è arrivato con il sì del Bundesrat, la camera delle regioni. La grande coalizione ha fatto approvare le “correzioni” ai limiti sulle sulle soglie delle emissioni.

La concentrazione ammessa di ossidi di azoto e è stata portata da 40 a 50 microgrammi

La concentrazione media di ossidi di azoto consentita dall’Europa è di 40 microgrammi per metro cubo, ma il governo tedesco ha elevato la soglia a 50. L’ipocrisia della soluzione – che è anche una mano tesa ai costruttori, con i quali la politica flirta da anni – non sfuggirà ai cittadini della Germania, che hanno già punito i partiti di governo alle urne. Perché non risolve il problema della qualità dell’aria, che sta a cuore ben oltre le proteste degli ambientalisti e delle opposizioni. Anche se alcune case insistono nella difesa del diesel per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle CO2 che “penalizzano” i motori a benzina, quando i motori a gasolio sono di grossa cilindrata (come in Germania), il bilancio ambientale è pesante.

Molte eccezioni ai comunque possibili divieti di circolazione

Il provvedimento non è stato digerito nemmeno dalla stessa maggioranza che l’ha votato. La sua approvazione ha richiesto una forzatura procedurale. L’aggiornamento del Codice della Strada limita ai soli sforamenti più importanti le restrizioni al traffico dei diesel più datati. Non verranno bloccati nemmeno quelli che in seguito ad un intervento sul sistema di abbattimento dei gas di scarico emetteranno fino a 270 milligrammi. Sono esclusi dai divieti di circolazione autobus, mezzi come quelli per la rimozione dei rifiuti o dei vigili del fuoco. Fanno eccezione anche i veicoli degli artigiani e destinati alla logistica, purché “implementati”. Di norma gli Euro 6 non dovrebbero venire coinvolti dalle limitazioni, ma in casi estremi anche questi rischiano. Come se non bastasse, i comuni sono autorizzati a prevedere ulteriori deroghe. Anche il sistema di controllo, solo casuale con il sistema di videosorveglianza o con apparecchiature mobili, è blando.

Articoli precedente

Yellow in TV: Speciale Salone di Ginevra 2019 - Parte II

Articolo successivo

Offensiva a guida autonoma, 10mila taxi senza pilota di Mercedes dal 2021