Home»News»L’offensiva di Ghosn, che chiede 15 mln di danni a Nissan e Mitsubishi

L’offensiva di Ghosn, che chiede 15 mln di danni a Nissan e Mitsubishi

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’offensiva di Ghosn, che chiede 15 mln di danni a Nissan e Mitsubishi

Carlos Ghosn, il 65enne manager defenestrato e ripudiato dai costruttori dell’Alleanza franco giapponese e sul quale incombe un processo a Tokyo per vari capi d’imputazione, passa all’offensiva. Lo riferisce il quotidiano francese Le Figaro che parla di un’azione legale con richiesta di danni.

Richiesta di risarcimento per ingiusto licenziamento

L’ex numero uno di Nissan avrebbe deciso di chiudere 15 milioni di indennizzo a Nissan e Mitsubishi.  La ragione, almeno stando alle informazioni raccolte della testata transalpina, è l’illecita interruzione del suo contratto di lavoro. Il procedimento è stato aperto presso il tribunale di Amsterdam perché nei Paesi Bassi ha sede una delle società controllate da Nissan. Secondo i propri legali, Ghosn avrebbe rassegnato le dimissioni dalla RNBV, la società congiunta tra la casa nipponica e Renault. Ma non le avrebbe rassegnate dalla NMBV, un’analoga organizzazione che fa riferimento ai due costruttori nipponici.

Oltre che in Giappone, la magistratura indaga su Ghosn anche in Francia

Almeno stando alle verifiche interne di Nissan, la stessa società avrebbe impropriamente versato non meno di 7,8 milioni di euro a Ghosn. Il manager si trova in Giappone, dove è libero su cauzione (per la seconda volta) dallo scorso 25 aprile. La Procura di Tokyo gli imputa violazioni che, in caso di condanna, potrebbero significare fino a 10 anni di carcere. Anche la magistratura francese indaga su di lui: il 13 giugno era stata perquisita la sua abitazione vicino a Parigi, all’inizio di luglio il quartier generale di Renault a Boulogne-Billancourt.

 

 

 

Articoli precedente

Lewis Hamilton e Marc Márquez, dominatori assoluti

Articolo successivo

Protean 360+ (NEVS), ruote con sospensioni, sterzo e motore integrati