Home»News»Salone dell’Auto di Ginevra: l’edizione 2018 guarda già al futuro

Salone dell’Auto di Ginevra: l’edizione 2018 guarda già al futuro

1
Condivisi
Pinterest Google+

Il Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra affila le unghie e appresta a vivere un’edizione 2018 con lo sguardo già rivolto al futuro. Ammettendo la necessità di aggiornare una formula che da tempo sta subendo un’emorragia di espositori e visitatori. Molti costruttori hanno fatto capire negli ultimi anni con le loro assenze che la partecipazione a questo tipo di rassegne non è più necessaria. E infatti, se molti eventi sono stati costretti a chiudere i battenti, anche Ginevra, che pur continua ad esercitare un forte appeal per posizione, neutralità e costi contenuti (senza padroni di casa che si sentano in dovere di mostrare i muscoli), quest’anno annuncia la defezione di Opel, DS, Infiniti, Cadillac e Chevrolet.

NUOVE IDEE PER NON MORIRE

E allora meglio farsi venire in mente un’idea nuova per svincolarsi dai continui confronti con un passato glorioso e cogliere le tendenze attuali. Che affollano kermesse come il CES di Las Vegas. Ecco perché il Salone di Ginevra ha annunciato l’intenzione di avviare una partnership con IFA Berlin, la fiera della tecnologia tedesca, per un credibile contraltare europeo alla manifestazione statunitense.

700.000 VISITATORI ATTESI

Al di là di come si svolgeranno le prossime edizioni, quella del 2018 avrà ancora molto da raccontare, con 180 espositori e 900 modelli sotto i riflettori. Il 5 marzo si terrà, comme d’habitude, la proclamazione dell’Auto dell’Anno tra le finaliste Alfa Romeo Stelvio, Audi A8, BMW Serie 5, Citroen C3 Aircross, Kia Stinger, Seat Ibiza e Volvo XC40. Il Salone poi aprirà ufficialmente il 6, per la prima delle due giornate stampa. Dall’8 marzo per dieci giorni cancelli aperti ai 700.000 visitatori attesi, con orario 10-20 per i giorni infrasettimanali e 9-19 per sabato e domenica.

TUTTE LE ANTEPRIME

89 le anteprime mondiali e 21 quelle europee. Tra le sportive Ferrari 488 Pista, McLaren Senna, Porsche 911 GT3, Mercedes-Amg GT Coupé quattro porte, Aston Martin Vantage, David Brown Automotive Speedback Silverstone Edition. Le elettriche: Jaguar I-Pace, Hyundai Kona Electro e l’ultima Nissan Leaf. E poi ancora, Range Rover SV Coupé, il nuovo brand Cupra, BMW X4 e X7, Peugeot 508, Mercedes Classe A e Classe G, Hyundai Santa Fe, Kia cee’d, Ford Ka+ Active, Jeep Wrangler, Mazda6, Audi A6, Subaru Forester e Suzuki Jimny.

NOI CI SAREMO

La redazione di Yellow Motori trascorrerà in Svizzera tre giorni intensi per preparare le prime due puntate della stagione 2018. Rimanete con noi: in attesa della prima parte dello Speciale Ginevra, che andrà in onda l’11 marzo, vi terremo aggiornati anche da queste pagine sulle inevitabili sorprese dell’ultimo minuto.

Articoli precedente

Su strada con le VW Polo e Golf TGI: quando il metano è vincente

Articolo successivo

Berlingo: a Ginevra sarà lui il protagonista sullo stand Citroen