Home»News»Ford all’IAA con suv e crossover ibridi all’insegna del motto “Go Electric”

Ford all’IAA con suv e crossover ibridi all’insegna del motto “Go Electric”

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ford all’IAA con suv e crossover ibridi all’insegna del motto “Go Electric”

Tra i costruttori che non hanno disertato il Salone di Francoforte, Ford ha scelto l’IAA 2019 per valorizzare la propria strategia all’insegna del motto “Go Electric”. Una sorta di evoluzione del “Go Further”, che non è peraltro stato cancellato, che non è (ancora) niente di rivoluzionario. Gli effetti dell’intesa con Volkswagen sull’utilizzo della piattaforma modulare a zero emissioni si avranno infatti tra qualche anno.

Tecnologie mild hybrid, ibrida e plug-in per la gamma

A parte il nuovo e modulabile crossover Puma, disponibile anche in versione mild hybrid, l’Ovale Blu esibirà altri modelli elettrificati. Come il suv Ford Kuga, proposto sia con il sistema a 48 Volt, sia ibrido e sia plug-in. E come l’altro suv, l’Explorer, che verrà importato anche nel Vecchio Continente e reso disponibile anche in declinazione ricaricabile. “Go Electric” è una necessità, malgrado i dati dimostrino (l’Automobile Club di Germania ha anticipato nuovi dati) come le auto zero emissioni di segmento C riescano a compensare il bilancio di emissioni di CO2 di un’auto a benzina solo dopo oltre 127.000 chilometri (dopo 219.000 rispetto ad un modello a gasolio) e come l’alimentazione a metano sia la più sostenibile (figurarsi se è poi rinnovabile).

Anche l’Explorer a sette posti nell’offensiva “Go Electric”

Perché dal prossimo anno scattano le sanzioni per chi non rispetta il limite delle emissioni medie della flotta, fissato a 95 g/km. Sulla Ford Puma, l’impegno “Go Electric” è un sistema da 155 CV ( o 125) basato sull’EcoBoost a tre cilindri abbinato ad un generatore da 16 CV. Per la nuova Ford Kuga, il primo suv realizzato sulla nuova piattaforma C2 dell’Ovale Blu, è previsto anche un sistema plug-in. L’unità è accreditata di consumi pari a 1,2 litri per 100 chilometri ed un’autonomia a zero emissioni attorno ai 50 km. Sull’Explorer, un modello a sette posti dall’impostazione molto americana, offrirà un’opzione “alla spina” che abbina un V6 a benzina ad un motore elettrico per un totale di 450 CV di potenza.

 

Articoli precedente

Bmw Z4 e Mercedes CLA "star" della nuova tornata di crash test EuroNcap

Articolo successivo

Addio al Nord America: dopo 8 anni finisce l'avventura della Fiat 500