Home»News»Google Car, Urmson lascia il progetto di auto a guida autonoma

Google Car, Urmson lascia il progetto di auto a guida autonoma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Chris Urmson lascia Google ed il progetto dell’ambiziosa auto a guida autonoma di Mountain View (i prototipi hanno già percorso 2,9 milioni di chilometri), la Google Car. La ragione dell’addio sarebbe l’insoddisfazione del top manager per la gestione del progetto che da qualche tempo è affidato a John Krafcik, l’ex numero uno di Hyundai negli Stati Uniti. Urmson, che guida lo sviluppo della Google car a guida autonoma, faceva parte dell’operazione fin dall’inizio, nel 2009. Ne aveva assunto la piena responsabilità dopo che Sebastian Thrun si era fatto da parte. Dallo scorso anno, tuttavia, il progetto era stato affidato a Krafcik nell’ambito della strategia della Holding Alphabet che controlla Google.

Urmson si è dichiarato pronto per nuove sfide, ma non esistono informazioni sulla sua destinazione, ma non è difficile immaginare che possa essere molto “gettonato” considerata l’esperienza che ha acquisito in questi anni. Già una altro top manager legato al progetto ha lasciato Google: Anthony Lewandowski, che nel frattempo ha avviato una start-up che si occupa di tecnologia per la guida autonoma applicata ai veicoli industriali. Il New York Times riferisce anche di altri due esperti che se ne sarebbero andati per imboccare strade proprie. Sembra escluso che l’addio possa modificare qualcosa dell’intesa con FCA, che fornirà 100 ibride Pacifica a marchio Chrysler: Google aveva fatto sapere che l’accordo non sarebbe stato esteso alla produzione.

Articoli precedente

In arrivo un abito sportivo per Ford Kuga: la versione ST-Line

Articolo successivo

Al salone di Parigi debutta (forse) il brand elettrico Mercedes