Home»News»Accordo FCA e Google per lo sviluppo della guida autonoma

Accordo FCA e Google per lo sviluppo della guida autonoma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Se ne parlava da giorni, ma la nota ufficiale è arrivata in serata: sulla guida autonoma, Fiat Chrysler Automobiles e Google Self-Driving Car Project hanno annunciato una “inedita collaborazione”. Nel programma di sperimentazione di veicoli a guida autonoma, il colosso di Mountain View includerà anche il nuovo minivan Chrysler Pacifica Hybrid, presentato dal gruppo italo americano al Salone di Detroit 2016. È la prima volta, si legge nella nota, che Google “lavora direttamente con un costruttore automotive per integrare il proprio sistema di guida autonoma (sensori e software inclusi) su una vettura”. Con l’inserimento di Pacifica nella flotta sperimentale, il numero dei veicoli per i test è destinato a raddoppiare. Le due società hanno precisato che “le responsabilità a livello di ingegnerizzazione saranno ripartite a seconda delle specifiche aree di competenza delle rispettive aziende”. FCA, ad esempio, progetterà un centinaio di veicoli destinati espressamente al programma di guida autonoma, mentre Google “integrerà l’insieme di sensori e computer che permettono ai veicoli di muoversi autonomamente”.

Le Chrysler Pacifica verranno inizialmente testate sul circuito privato in California, prima di approdare sulle strade pubbliche come gli altri veicoli Google, che circolano attualmente in quattro città degli Stati Uniti. Ingegneri di entrambe le società lavoreranno insieme in un centro del Michigan. “Lavorare con Google dà a FCA l’opportunità di collaborare con una delle principali società tech al mondo per velocizzare il processo di innovazione nell’industria automotive”, ha dichiarato Sergio Marchionne, Chief Executive Officer di FCA. “L’esperienza che entrambe le società acquisiranno sarà fondamentale per lo sviluppo di tecnologie automotive che porteranno benefici molto importanti per i consumatori”, ha aggiunto.

Articoli precedente

Peugeot 208 GPL a tre cilindri col Pure Tech 82. Da 14.550 euro

Articolo successivo

Smart Offroad turbodiesel fatta in casa, opera di George Kosilov