Home»News»Guida autonoma, i progressi di Groupe PSA e Vinci nei cantieri e ai caselli

Guida autonoma, i progressi di Groupe PSA e Vinci nei cantieri e ai caselli

0
Condivisi
Pinterest Google+

Guida autonoma, i progressi di Groupe PSA e Vinci nei cantieri e ai caselli

La sfida sulla guida autonoma va avanti a colpi di innovazione: Groupe PSA ha ufficializzato nuovi test per funzionalità più complesse. La sperimentazione effettuata con successo nei giorni scorsi in Francia è frutto della cooperazione tra il colosso transalpino e Vinci Autoroutes.

Doppia sperimentazione in Francia,  a Saint-Arnoult-en-Yvelines

La prova ha riguardato sia il passaggio in modo indipendente in una zona di traffico temporaneamente modificata a causa dei lavori stradali sia la messa in sicurezza del veicolo (“safe stop”). Vale a dire l’autonomo posizionamento del veicolo in una zona sicura se il conducente non ne riprende il controllo in una situazione particolare oppure in caso di fine dell’autostrada. I test sono stati condotti sulla A10/A11 a Saint-Arnoult-en-Yvelines, tra Dourdan ed Ablis.

“Aumentare capacità del veicolo di adattare la guida in situazione eccezionali”

Nel 2017, Groupe PSA e Vinci Autoroutes avevano festeggiato il primo superamento di una barriera di pedaggio in totale autonomia. La nuova fase del programma riguarda la comunicazione più avanzata tra il veicolo a guida autonoma e l’infrastruttura. “L’obiettivo – informa una nota – è aumentare la capacità del veicolo di adattare la sua guida in situazioni eccezionali o complesse”.

Flotta di veicoli a guida autonoma e standardizzazione dei risultati

Per il test dell’altro giorno è stata impiegata una Peugeot 3008 della flotta a guida autonoma del programma “Autonomo Vehicle for All” (AVA). Groupe PSA e Vinci Autoroutes collaborano dal 2016. I risultati delle sperimentazioni serviranno per standardizzare altri lavori congiunti, come il C-Roads (il consorzio europeo che si occupa di sistemi di trasporto intelligenti cooperativi) o il progetto SAM sulla sicurezza e l’accettata della guida e della mobilità autonoma.

Articoli precedente

Azionisti contro Zetsche: si complicano il rientro e la presidenza del CdS

Articolo successivo

Maxi richiamo Volvo, a livello planetario coinvolte 507.000 macchine