Home»News»INDAGINI/ Più efficienza, meno design: sughero e neoprene in auto

INDAGINI/ Più efficienza, meno design: sughero e neoprene in auto

0
Condivisi
Pinterest Google+

Padova – Più efficiente che bella, almeno in teoria. Secondo Autoscout24 sarebbe in atto una sorta di pragmatica conversione nella scelta dei veicoli che potrebbe indurre i nuovi acquirenti a “tollerare” (58,6%) soluzioni estetiche non esattamente accattivanti all’insegna dell’ecofriendly. L’efficienza in termini di costi è stata giudicata il fattore chiave nel design dei veicoli da circa i due terzi degli intervistati (62,5%), seguita dalle prestazioni sotto il profilo della sostenibilità ambientale (60,2%). Secondo l’indagine, il design “dovrebbe essere secondario rispetto alla tecnologia di propulsione”. Nemmeno i pannelli solarisarebbero più un tabù: li accetterebbe oltre il 60% degli automobilisti. A due intervistati su cinque va bene che l’auto di domani abbia un aspetto radicalmente diverso da quello tradizionale.

 

I dati sono contenuti nello studio “The Cars We Want Tomorrow – 2013/14” (le auto che vogliamo domani) condotto da AutoScout24 attraverso l’istituto di ricerca GfK che ha intervistato 8.800 persone di sette paesi europei (1.450 in Italia). Il 62% immagina l’utilizzo di materiali nuovi come neoprene, sughero o vetro per gli interni dell’auto. Più della metà (51,8%) pensa che i produttori di auto dovrebbero adottare nuovi approcci per la carrozzeria dei veicoli, per esempio un rivestimento esterno che sia dinamico, versatile o malleabile. Oltre il 42% accetterebbe, se pagato, di guidare un’auto il cui esterno è costituito da un grande schermo su cui possono essere visualizzati spot pubblicitari.

Articoli precedente

FIAT/ Nel 2015 facelift Doblò, negli USA sarà Ram ProMaster City

Articolo successivo

RENAULT/ Trionfo della ZOE al Rally di Montecarlo ZENN