Home»News»Hyundai e Nexo depurano l’ambiente con “Smart Air Purification” e filtri

Hyundai e Nexo depurano l’ambiente con “Smart Air Purification” e filtri

0
Condivisi
Pinterest Google+

Hyundai e Nexo depurano l’ambiente con “Smart Air Purification” e filtri

“Smart Air Purification” è il nome del nuovo sistema di depurazione dell’aria sviluppato da Hyundai. La nuova tecnologia viene “già in considerazione per i futuri modelli Hyundai e Kia” perché “risponde alle crescenti preoccupazioni sull’impatto sulla salute”. Il problema è legato all’inalazione del particolato atmosferico, in particolare negli ambienti chiusi.

Il crossover a idrogeno funziona quasi come un aspirapolvere

Con la stessa Hyundai Nexo, il crossover a celle a combustibile, e con la Kona (il suv compatto elettrico), il costruttore coreano ha già affrontato il tema delle polveri. La griglia della Nexo funziona addirittura come “aspirapolvere”, almeno nei test in corso a Londra. Già con il primo livello dei nuovi filtri è in grado di incamerare fino al 97% del particolato che si trova davanti. Con lo “Smart Air Purification” Hyundai offre un sistema che monitora e migliora la qualità dell’aria nell’abitacolo. Il colosso coreano ha spiegato che “i sistemi di purificazione dell’aria convenzionali operano solo per periodi di tempo prestabiliti, disattivandosi da soli al termine del ciclo senza curarsi dell’effettiva qualità dell’aria raggiunta”.

La tecnologia di Hyundai chiude anche automaticamente i finestrini

La nuova tecnologia si attiva quando quando il livello di accettabilità è sceso al livello discreto (“Fair”). E continua a funzionare fino a quando non raggiunge la soglia “Excellent”. I passeggeri possono verificare la situazione in qualsiasi momento, attraverso lo schermo del sistema audio-video navigation (AVN). L’inedita tecnologia di Hyundai è abbinata a filtri per l’aria incrementano l’abbattimento delle polveri sottili fino a raggiungere un livello compreso tra il 94 ed il 99%. Lo “Smart Air Purification” è completato da una funzione di deodorizzazione a base di carbone. Per facilitare la depurazione dell’ambiente chiude anche automaticamente i finestrini.

 

Articoli precedente

Il piano di Ford per il lavoro: 7.000 posti in meno. "Colletti bianchi" a rischio

Articolo successivo

Toyota Aygo Connect, la citycar che paghi in base all'utilizzo effettivo