Home»News»Road to Busan, sfida “green” da 18.000 km per la Hyundai Kona electric

Road to Busan, sfida “green” da 18.000 km per la Hyundai Kona electric

0
Condivisi
Pinterest Google+

Road to Busan, sfida “green” da 18.000 km per la Hyundai Kona electric

Genova, Torino, Milano: sono le tappe italiane dell’operazione “Road to Busan” che porterà una Hyundai Kona electric guidata da Yuna Moon dalle Canarie alla Corea del Sud. Una “maratona” automobilistica a zero emissioni lunga oltre 18.000 chilometri. L’ingegnere civile di origini coreane intende dimostrare assieme al costruttore si può viaggiare senza confini anche a impatto zero.

Quasi 450 km di autonomia dichiarata per la Hyundai Kona electric

Yuna Moon – che sta attualmente attraversando la Cina – ha deciso di completare il giro del mondo che non era riuscito a concludere il padre, che era arrivato fino alle isole Canarie. Ma anziché al timone di una imbarcazione, ha deciso di completare l’impresa al volante di un’auto, la Hyundai Kona Electric. Il modello, già in vendita anche in Italia, monta un motore da 204 CV ed una batteria agli ioni di litio da 64 kWh di capacità. L’autonomia dichiarata raggiunge i 449 chilometri. Nuovo ambasciatore della mobilità sostenibile, l’ingegnere ha già toccato 21 delle 22 nazioni inserite nell’itinerario.

Yuna Moon è partito il 15 maggio dalle Canarie e sta per raggiungere la Corea del Sud

Si tratta di Marocco, Spagna, Gibilterra, Francia, Principato di Monaco, Italia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Austria, Ungheria, Slovenia, Croazia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Lituania, Lettonia, Russia, Kazakistan e Cina. L’ultimo stato è quello delle sue origini, la Corea del Sud, dove è atteso tra pochi giorni. Sono ormai più di due mesi che Yuna Moon e la Hyundai Kona Electric sono in viaggio: l’avventura era cominciata lo scorso 15 maggio dal porto di Las Palmas di Gran Canaria. Entro il 2025 Hyundai Motor Group lancerà 44 modelli “green” a livello globale. Si tratta di veicoli elettrici, ibridi, ibridi plug-in ed a idrogeno.

 

Articoli precedente

Dalla Jaguar ad una società di sviluppo e design, il ritorno di Ian Callum

Articolo successivo

Quotazioni a picco, prezzi fermi: il conto alla rovescia degli automobilisti