Home»News»Icona Design a Shanghai con un concept autonomo per la logistica

Icona Design a Shanghai con un concept autonomo per la logistica

0
Condivisi
Pinterest Google+

Icona Design a Shanghai con un concept autonomo per la logistica

Icona, società italiana di design che nel 2018 ha fatturato 24 milioni di euro (+33%), va alla conquista della Cina con un nuovo concept. Si tratta del prototipo di un veicolo a guida autonoma destinato alla logistica che debutterà al Salone di Shanghai (dal 18 al 25 aprile). L’anteprima mondiale (il 16 aprile, in occasione dei giorni riservati ai media) segna anche l’operazione di co-branding con la JD, una delle più grandi aziende di e-commerce del Regno di Mezzo.

Co-branding con la JD un “traguardo di crescita” per Icona Design

Il concept è destinato al trasporto delle merci. Il centro stile torinese presieduto da Telesio Gigi Gaudio non ha rilasciato ulteriori dettagli tecnici circa il prototipo. Sin dalla fondazione, l’Icona Design Group ha sempre partecipato all’Auto Shanghai a conferma dell’importanza del mercato del Celeste Impero. Il progetto di co-branding con la JD “segna un traguardo nella crescita della giovane società di design italiana”, informa una nota. L’azienda italiana, che ha uffici anche a Los Angeles e Shanghai oltre al quartier generale di Torino, esibirà altri due modelli al motor show del Regno di Mezzo.

Anche i prototipi Nucleus e Space-pod in vetrina all’Auto Shanghai

Uno è lo Space-pod, un robot a guida autonoma progettato da Icona per la piattaforma di e-commerce Meituan, leader cinese fra le società di servizi. Il veicolo era stato presentato in gennaio al CES di Las Vegas. L’altro è la Nucleus, un premiato concept sviluppato su una piattaforma elettrica alimentata a idrogeno“. “Collaboriamo con aziende innovative e in rapida crescita che reinventano la nostra esperienza quotidiana nella consegna e nel trasporto dei beni di consumo”, ha sintetizzo Gaudio. Il modello che debutta a Shanghai è il terzo aspetto “dello stesso approccio rivoluzionario alla mobilità urbana e al trasporto di persone e merci”.

Articoli precedente

Beata petizione: Chiesa Evangelica chiede limite dei 130 km/h in Germania

Articolo successivo

I primi 15 aumenti di Eni dall'inizio del 2019. Oggi rialzi su benzina e diesel