Home»News»INDAGINI/ Rincari RcAuto per 1,2 mln. In Umbria record di denunce

INDAGINI/ Rincari RcAuto per 1,2 mln. In Umbria record di denunce

0
Condivisi
Pinterest Google+

Milano – Aumenti assicurativi in vista per 1,2 milioni di automobilisti italiani (erano 1,4 un anno fa) per via del cambio di classe di merito. Lo rivela il portale Facile.it sulla base dell’analisi di oltre mezzo milione di preventivi effettuato negli ultimi 30 giorni. Rispetto allo scorso anno un nuovo calo del numero di italiani penalizzati per aver causato un sinistro: in termini percentuale, questi guidatori rappresentano il 3,67% del totale degli utenti alle prese con il rinnovo. Secondo Mauro Giacobbe, Responsabile Business Unit assicurazioni di Facile.it, la contrazione “non è dovuta all’aumento di italiani ‘virtuosi’, quanto piuttosto alla riduzione tanto del parco auto circolante quanto dei chilometri percorsi in un anno dagli automobilisti”.

Nella classifica delle regioni con il maggior numero di denunce, l’Umbria (5,11% di assicurati che hanno dichiarato di aver avuto un sinistro) ha superato la Toscana, che era in testa da 4 anni di seguito (4,85%). Il balzo dell’Umbria è sorprendente: era quartultima un anno fa. Al terzo posto c’è il Lazio (4,75%). In coda Molise (2,25%), Friuli Venezia Giulia (2,97%) e Basilicata (3,21%). Le donne denunciano più sinistri con colpa: 4,34% contro il 3,35% dei maschi. Con una “rivoluzione” rispetto ad un anno fa, i liberi professionisti (5,42%) sono quelli che fanno più ricorso alla compagnia assicurativa (e non gli agenti di commercio che sono al sesto posto con il 3,90%), seguiti dal personale sanitario (medici inclusi) con il 5,35%. Al terzo posto ci sono i religiosi (4,56%). I migliori automobilisti sono quelli in divisa (forze armete, guardie, vigili urbani): 2,23%.

Articoli precedente

CARBURANTI/ Prezzi internazionali in calo, fermi alla pompa

Articolo successivo

FIAT/ Chrysler "italiana": a fondo Veba 2,7 mld euro per 41,5% quote