Home»News»Auto non è motore dell’innovazione: solo Tesla e Toyota nella Top 10

Auto non è motore dell’innovazione: solo Tesla e Toyota nella Top 10

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’Italia dell’innovazione è fuori dalla lista delle prime 50 società al mondo nella annuale graduatoria stilata dal Boston Consulting Group. Secondo la ricerca The Most Innovatives Companies Apple (prima da 12 anni) e Google continuano ad essere i gruppi più “moderni”, mentre il costruttore californiano di auto, Tesla, si conferma al terzo posto come nel 2015. Gli Stati Uniti dominano la Top 10 con Microsoft quarta e Amazon che guadagna quattro posizioni e diventa quinta. Netflix (6°) e Facebook (9°) irrompono nella top 10 guadagnando rispettivamente 15 e 19 posti. A fare le spese di questi movimenti sono due colossi asiatici: Samsung, che scivola dalla quinta alla settima piazza, e Toyota, che passa dalla sesta all’ottava posizione.

Malgrado l’ennesimo record storico di vendite, escono dalla Top 10 le tedesche Bmw (sesto miglior risultato di sempre di fila) e Daimler (che aveva oltrepassato il risultato del 2015 già nel novembre dello scorso anno): la casa bavarese era settima ed si ritrova 14°, mentre quella di Stoccarda era decima ed è 16°. Uber, che era fuori dalla Top 50, è 17°. Altre tre costruttori compaiono nella graduatoria sull’innovzione stilata da Michael Ringer, Andrew Taylor e Hadi Zablit: General Motors 27°, Renault 38° e Honda 48°. Lo scorso anno Tata Motors era 26°, Renault 33° e Volkswagen 35°. La ricerca è stata condotta a livello globale intervistando più di 1.500 dirigenti d’azienda provenienti da diversi settori e combinando le risposte con i risultati finanziari delle società indicate negli ultimi tre anni. La classifica dell’innovazione del 2016 è geograficamente variegata, anche se gli Stati Uniti si confermano leader con 34 società nella Top 50, l’Europa ne ha 10 e l’Asia 6.

Articoli precedente

Europa, mercato auto (+6,8%) cresce da tre anni. FCA +14,4%

Articolo successivo

La diaspora dei designer di BMW, con Habib è il terzo in 10 mesi