Home»News»Estate in auto, alla riscoperta del Belpaese con “Io noleggio italiano”

Estate in auto, alla riscoperta del Belpaese con “Io noleggio italiano”

0
Condivisi
Pinterest Google+

FCA spinge sul Made in Italy: dopo aver anticipato una campagna il primo maggio adesso lancia anche la formula “Io noleggio italiano”. Si tratta di una collaborazione avviata tra Laesys, la società di servizi alla mobilità di FCA Bank (una joint-venture tra il gruppo italo americano e l’istituto francese Credit Agricole), e l’associazione I Borghi più bell’Italia.

La formula vale per tutti i modelli di Leasys per noleggio a breve

L’obiettivo è quello di sostenere la ripresa del sistema turistico nazionale ed allo stesso rilanciare anche il rent a car affossato dalla pandemia. Con “Io noleggio italiano” è possibile mettersi al volante di un’auto a partire da 21 al giorno con una locazione di quattro (il prezzo vale per la Panda e la 500) oppure a partire da 18 stipulando un contratto di almeno una settimana. L’associazione rappresenta 309 comuni selezionati e certificati che incarnano l’eccellenza del Belpaese. La formula vale tra giugno e settembre ed riguarda tutti i modelli della flotta Leasys per il noleggio a breve termine. In pratica va dalla Fiat Panda all’Alfa Romeo Stelvio.

“Io noleggio italiano” anche con consegna dell’auto a domicilio

Con 15 euro, i clienti potranno anche farsi consegnare la macchina direttamente a casa, se il Leasys Mobility Store più vicino (ce ne sono 150 in Italia) si trova nel raggio di 15 chilometri. Per la seconda guida la tariffa è stata dimezzata da 9 a 4,5 euro al giorno. Anche con “Io noleggio italiano” la vettura sarà regolarmente igienizzata secondo le procedure previste dal Ministero della Salute. La società fatto di sapere di aver ulteriormente rafforzato queste misure di pulizie. La collaborazione è stata presentata dai presidenti dell’associazione, Fiorello Primi, e di Leasys, Giacomo Carelli.

 

 

Articoli precedente

Motor Valley a trazione cinese, FAW e Silk EV investono oltre un miliardo

Articolo successivo

Nuova puntata tv: ode all'auto e intervista a Horacio Pagani