Home»News»L’Italia dell’auto resta sotto quota 2 milioni. Panda regina. Super Suzuki

L’Italia dell’auto resta sotto quota 2 milioni. Panda regina. Super Suzuki

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’Italia dell’auto resta sotto quota 2 milioni. Panda regina. Super Suzuki

L’Italia dell’auto resta sotto quota 2 milioni di unità. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha ufficializzato che con le 121.100 immatricolazioni di dicembre (-3,2%) il 2017 ha chiuso a 1.970.497 unità targate. La crescita rispetto al 2016 è importante: +7,9%.

Nel 2017 due soli mesi con volumi in calo

L’Italia è sostanzialmente tornata ai livelli pre crisi. Nel 2017 solo aprile e, appunto, dicembre (due giorni lavorativi in meno), hanno chiuso in calo. Sugli automobilisti, che già pagano una spaventosa percentuale di tasse sui carburanti, dovranno fare i conti con il solito aumento dei pedaggi autostradali: in media il 2,7%. Ciò nonostante le attese sono per un 2018 in linea con il 2017. Il gruppo FCA ha chiuso l’anno con un aumento dei volumi del 5,5% e con una quota in leggero calo: da poco meno del 29% a poco più del 28%.

Il gruppo FCA aumenta le vendite, ma perde quote di mercato

In dicembre la flessione di Fiat ha superato il 18%. Nell’arco dell’anno, tuttavia, solo Lancia ha contabilizzato un cedimento (-8%). Alfa Romeo è salita del 24,5% e Jeep del 22,3%. Per la casa delle Sette Feritoie si tratta del miglior anno di sempre in Italia. In dicembre (+36,8%) ha superato il record di novembre con la nuova più alta quota di mercato nel Belpaese: 3,4%. Fondamentale il contributo della sbarazzina Renegade e della Compass, per la quale sono già stati raccolti 32 mila ordini. Bene anche Maserati e Lamborghini, entrambe con vendite di almeno il 41% superiori al 2016.

Kia, Dacia e Mini al meglio in dicembre. Suzuki nell’anno

Lo scorso mese, exploit fra le case estere di Kia (+36%), Dacia (+33%) e Mini (+31%). Nel corso del 2017 Suzuki è stato il miglior marchio straniero (+37%), seguito da Citroen (+26%) e da Dacia (+21%). Pochi i marchi in significativa controtendenza. Si tratta dei costruttori asiatici: Ssangyong, Mitsubishi e Subaru. Con il 7,35% di quota Volkswagen resta il brand straniero più venduto seguito da Ford (6,8%) e Renault (6,78%). Tra l’Ovale Blu e la Losanga ci sono appena 400 macchine di differenza.

Panda guida ancora la Top 10, ma con 1.200 consegne in meno

Nella Top 10 mensile compaiono addirittura sette modelli italiani “capitanati” dalla solita Fiat Panda, da settembre 2013 ininterrottamente l’auto più venduta del Belpaese. Gli altri sono Fiat 500X e Lancia Ypsilon, che completano il podio, la rientrante Jeep Renegade (quinta), seguita dalla 500, dalla Tipo e dalla 500L. La prima auto straniera è la Citroen C3, quarta. Nel 2017 sono state immatricolate 144.504 Panda, circa 1.200 in meno rispetto al 2016.

Articoli precedente

Al cinema con Citroën C3 e Mehari per "Benedetta Follia" di Carlo Verdone

Articolo successivo

Produzione record: prima volta del brand Volkswagen oltre i sei milioni