Home»News»INDAGINI/ All'Italia il primato europeo dell'aumento di multe

INDAGINI/ All'Italia il primato europeo dell'aumento di multe

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – Contribuenti.it torna a denunciare il sistema delle contravvenzioni. Secondo la nuova indagine del Centro Studi e Ricerche Sociologiche “Antonella Di Benedetto” di Krls Network of Business Ethics, l’Italia “è il Paese europeo con il più alto incremento delle multe automobilistiche negli ultimi 3 anni”. La crescita è del 956%, in calo rispetto all’ultima analisi. La Top 10 delle contravvenzioni più contestate è la seguente: divieto di sosta, eccesso di velocità, passaggio agli incroci col rosso, uso del cellulare alla guida, guida senza casco in moto, passaggio in ZTL, guida senza cinture di sicurezza, divieto di accesso, guida senza patente e guida senza documenti di circolazione e/o assicurazione.

 

Il risultato è il frutto dell’elaborazione dei dati delle Polizie locali e stradali dei singoli stati dell’UE. Dietro all’Italia, ma con un incremento percentuale di quasi un decimo, ci sono Romania (+126%), Grecia (+121%), Bulgaria (+103%), Estonia (+98%), Slovacchia (+94%) e Cipro (+92%). Al contrario, in Francia (+37%), Spagna (+26%), Belgio (+25%), Regno Unito (+17%), Germania (+10%) e Svezia (+9%) sono le nazioni in cui le multe sono cresciute meno. Nel Belpaese, le contravvenzioni sono aumentate del 976% nel Nord Est, del 971% nel Centro, del 926% nel Nord Ovest, del 921% nel Sud e del 896% nelle Isole. A Milano e Napoli scatta una multa ogni 10 secondi, ad Aosta ogni 11 secondi ed a Roma e Torino ogni 12 secondi. Chiudono la classifica Potenza, Reggio Calabria, Cagliari e Campobasso con 24 secondi. Confermato il dato sui ricorsi: solo 3 italiani su 10 pagano senza contestare. Il 73% impugna il verbale davanti al Prefetto o al Giudice di pace.

Articoli precedente

VOLVO/ Acquisita Polestar, brand per alte prestazioni

Articolo successivo

AUDI/ Nuova R8, l'Audi più vicina alle corse di sempre