Home»News»Gli italiani promuovono le auto ecologiche, ma non ad ogni costo

Gli italiani promuovono le auto ecologiche, ma non ad ogni costo

0
Condivisi
Pinterest Google+

Gli italiani promuovono le auto ecologiche, ma non ad ogni costo

Sì alle auto ecologiche, ma non ad ogni costo: gli italiani sono sensibili al tema delle emissioni, ma ne valutano anche l’impatto sul conto in banca. Lo rivela un’indagine della divisione Market Research della digital company Friendz, che ha sentito 6.000 persone della propria community in marzo.

Un automobilista su 10 dichiara di fare già abbastanza per l’ambiente

Fra chi ha intenzione di acquistare un’auto (il 45% degli intervistati), oltre un terzo (37%) ritiene che la sostenibilità ambientale sia importante. Solo che le auto ecologiche sono “troppo costose per le attuali possibilità”. Il 36,7% insegue un compromesso ecologico compatibile con i listini. Un automobilista su dieci dichiara di fare già abbastanza per contenere le emissioni. Per il 6,6% quello delle emissioni è un aspetto fondamentale nella scelta di un veicolo nuovo.

Il diesel resta in cima alle preferenze, dove arriva anche l’elettrico

Almeno in teoria, dall’anno prossimo gli italiani attenti all’ambiente dovrebbero poter contare su una maggiore disponibilità di auto elettriche meno costose. Malgrado la situazione economica, il costo dei carburanti, il traffico e le limitazioni alla circolazione, gli italiani continuano a puntare sul diesel. Che resta l’opzione preferita assieme a quella elettrica: l’alimentazione a benzina attira meno.

In Italia le auto ecologiche e non restano uno status symbol

Con quasi il 62% delle indicazioni, il prezzo è il fattore determinante nella scelta dell’auto, mentre il marchio incide solo per il 19,4%. La macchina era e, stando alla ricerca di Friendz, sarà ancora una sorta di status symbol. Il gradimento è attorno al 70%: raggiunge il 72% fra chi ha fra i 41 ed i 50 anni e scende al 68,8% fra gli ultracinquantenni. Nell’acquisto, oltre a voler effettuare una prova (23%) e ad ascoltare il parenti (17,3%), i potenziali acquirenti optano per un concessionario multimarca (47,3%).

Articoli precedente

Nel 2020 arriva la Mini elettrica, 33.900 euro e fino a 270 km di autonomia

Articolo successivo

Rincari su benzina e diesel alla vigilia di un fine settimana di partenze