Home»Auto sportive»Jaguar F-Type Heritage 60 Edition: un omaggio alla E-Type

Jaguar F-Type Heritage 60 Edition: un omaggio alla E-Type

1
Condivisi
Pinterest Google+

Jaguar presenta la F-Type Heritage 60 Edition. Un’edizione speciale nata per celebrare il sessantesimo anniversario dell’iconica E-Type.

Disponibile sia coupé che convertibile, la F-Type Heritage 60 Edition si basa sulla variante R del 2019. Con motore V8 sovralimentato, capace di 575 cv e ben 700 Nm di coppia massima. Questa versione è disponibile nella colorazione sherwood green, nuance dell’originale E-type mai più offerta (finora) su nessun altro modello. Una livrea di carattere, abbinata a specifici cerchi in lega da 20 pollici.

Gl’interni si caratterizzano invece per varianti cromatiche della pelle windsor a doppia tonalità, solitamente non disponibili sulla sportiva inglese. Non solo: ci sono pure finiture in alluminio sulla console, ispirate al rivestimento delle calotte dello specchietto retrovisore della E-type. Sui poggiatesta dei sedili è stato poi posizionato un logo del 60° anniversario. Le soglie d’ingresso commemorative, la placca SV Bespoke e i tappetini con bordi in colore Caraway aggiungono ulteriori tocchi alla personalizzazione.

Completa e tecnologica la dotazione di bordo. La vettura, tra l’altro, vanta una completa suite di tecnologie incentrate sul guidatore disponibili di serie, come il quadro strumenti riconfigurabile HD da 12,3 pollici, il sistema d’infotainment touch pro e lo smartphone pack con Apple CarPlay.

Tutti e sessanta gli esemplari della serie verranno costruiti nello stabilimento Jaguar di Castle Bromwich, nel Regno Unito, e rifiniti dagli esperti di SV Bespoke della divisione Jaguar Special Vehicle Operations nella contea di Warwickshire.

L’elevata esclusività, inevitabilmente, si paga. Cara. Prezzi a partire da 162.375 euro per la coupé e 169.035 per la convertibile.

Articoli precedente

Ferrari, Camilleri (65) si dimette: "Gli anni migliori devono ancora venire"

Articolo successivo

Matrimonio italo francese a 2 e 4 ruote, ecco la Superveloce Alpine