Home»News»La Jeep Compass Made in Italy debutta con motori convenzionali. Poi 4xe

La Jeep Compass Made in Italy debutta con motori convenzionali. Poi 4xe

0
Condivisi
Pinterest Google+

Con tempi di consegna medi di tre settimane, la Jeep Compass “Made in Italy” promette di essere decisamente più vicina agli automobilista. Anche perché dispone di motori più idoneo alle attuali necessità del mercato: nella seconda parte dell’anno la gamma comprenderà anche due varianti plug-in 4xe basate sul milletre benzina da 190 e 240 CV a quattro ruote motrici.

Nuova unità da 1.3 litri da 130 e 150 CV con 270 di coppia

Fin da subito c’è invece il nuovo turbo benzina da 1.3 litri declinato in due livelli di potenza: 130 e 150 CV (270 Nm di coppia per entrambe le varianti, 40 in più a confronto della precedente unità da 1.4 litri). Il nuovo propulsore è conforme alla normativa Euro 6D Final e adotta filtro anti-particolato GPF. Il costruttore promette “prestazioni eccezionali sia su strada sia in fuoristrada”. La sovralimentazione ne massimizza la risposta alle basse velocità riducendo le emissioni di CO2 fino al 27%. In termini di consumi, l’abbattimento raggiunge il 30% nel ciclo WLTP rispetto alle precedenti versioni benzina 4×4 con cambio automatico.

Jeep Compass a listino anche con il diesel Multijet II da 1.6 litri

Sotto il cofano resta disponibile anche il diesel Multijet II da 1.6 litri e 120 CV con SCR. Per la prima volta c’è anche una Jeep Compass a due ruote motrici con la trasmissione automatica a doppia frizione e alla modalità di guida Sport. Fabbricato nello stabilimento di Melfi, il suv viene lanciato anche in comunicazione come un modello per sostenere la rinascita del Belpaese dopo il lockdown. Il modello incarna però sempre lo spirito americano della casa delle Sette Feritoie: “Go anywhere, Do anything” (vai dove vuoi, fai qualsiasi cosa).

I prezzi sono compresi fra i 28.750 ed i 36.500 euro

Tra gli aggiornamenti ci sono gli ammortizzatori con valvole FSD (Frequency Selective Damping) che riducono i movimenti della scocca aumentando il confort. Quattro gli allestimenti previsti per la Jeep Compass: Longitude, Night Eagle, Limited ed S. Il listino della Jeep più venduta a livello globale nel 2019 è compreso fra i 28.750 ed i 36.500 euro (plug-in escluse). La Jeep Compass dispone dei nuovi Uconnect Services suddivisi in vari pacchetti: quello My Assistant è già attivo all’acquisto. Fra i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, il suv offre di serie il Forward Collision Warning ed il LaneSense Departure Warning. A richiesta c’è poi molto altro.

Articoli precedente

Le auto sportive più iconiche di sempre

Articolo successivo

Mahindra KUV100 NXT: debutta la versione Bi-fuel a Gpl