Home»News»Kruger non sarà più Ceo di Bmw. Zipse (produzione) probabile successore

Kruger non sarà più Ceo di Bmw. Zipse (produzione) probabile successore

0
Condivisi
Pinterest Google+

Kruger non sarà più Ceo di Bmw. Zipse (produzione) probabile successore

Cambio al vertice in casa Bmw: Harald Kruger, classe ’65, alla guida del gruppo bavarese dal maggio del 2015, ha informato il Consiglio di Sorveglianza di non essere disponibile per un nuovo mandato di vertice. Anche il costruttore si occuperà ufficialmente della successione solo il 18 luglio, i pronostici sono tutti per Oliver Zipse, il responsabile della produzione.

L’investitura di Oliver Zispe potrebbe avvenire a Spartanburg

Tedesco, di un anno più vecchio di Kruger, il manager nato a Heidelberg potrebbe venire designato già fra due settimane nel corso della riunione del Consiglio di Sorveglianza che si svolgerà a Spartanburg, nella Carolina del Sud. Nelle ultime settimane si erano rincorse le indiscrezioni secondo le quali Kruger non avrebbe più goduto della fiducia del gruppo. Nel corso della sua gestione Bmw è stata superata da Mercedes come primo costruttore premium al mondo. Come gruppo, la casa bavarese resta comunque prima.

Il bilancio di Kruger ini Bmw: forte nelle alleanze, ma è avvenuto il sorpasso di Mercedes

Kruger ha lavorato molto sul fronte delle alleanze, l’ultima delle quali si è concretizzata con la firma dei contratti con Daimler sulla guida autonoma. In precedenza, assieme a Dieter Zetsche, aveva raggiunto l’intesa per la fusione di DriveNow e car2go e delle società che si occupano dei servizi di mobilità. Con lui al timone Bmw ha perso manager importanti come Herbert Diess, Carsten Breitfeld, Ulrich Kranz, Markus Duesmann e Hildegard Wortmann. Fra questi, Duesmann (che non può ancora riprendere a lavorare perché Bmw non ha concesso la liberatoria) potrebbe essere quello a rimpiangere maggiormente la propria scelta.

Nel 2019 cambiati tre Ceo dei costruttori premium tedeschi

Diess, invece, è diventato numero uno del gruppo Volkswagen. Kruger ha servito Bmw per 27 anni, gli ultimi 4 come Ceo, ha fatto sapere di volersi ri-orientare dal punto di vista professionale. “Voglio trasferire la mia esperienza internazionale in nuovo compiti e progetti”, ha detto il prossimo ex numero uno di Bmw. Gli altri due potenziali candidati sono il responsabile dello sviluppo Klaus Fröhlich e il capo delle finanze Nicolas Peter, che però non hanno dalla loro l’età. Dall’inizio dell’anno tre dei quattro brand premium tedeschi hanno cambiato il Ceo. I due precedenti sono Schot al posto di Stadler in Audi e Kallenius al posto di Zetsche in Mercedes. Solo Oliver Blume è ancora a capo di Porsche, anche se magari farà gli scongiuri…

Articoli precedente

Davide Grasso, il 56enne Coo di Maserati che arriva da Converse (Nike)

Articolo successivo

Winkelmann e l'ipotesi della nuova Bugatti: "Concetto innovativo di auto"