Home»News»La 500 elettrica c’è per davvero… però è del 1963

La 500 elettrica c’è per davvero… però è del 1963

0
Condivisi
Pinterest Google+

La 500 elettrica esiste davvero, però non la costruisce la Fiat, che su questo tema continua ad essere orgogliosamente in ritardo rispetto a tutti gli altri costruttori. E non è neppure la  500 attuale, nata nel 2007, ma quella originale, che risale al 1957. Anche se, per amore di precisione, quella ritratta nelle foto risale al 1953.

L’iniziativa è di Officine Ruggenti che, in virtù di un Decreto del Ministro del Tesoro in vigore dal 2016 che rende legale l’operazione nel nostro Paese, trasforma le vetture con motore a scoppio in elettriche o, volendo, anche in ibride plug-in. E l’operazione, se il peso dell’auto trasformata non supera quello originale di oltre il 10%, non richiede neppure la riomologazione dell’auto, ma solo l’aggiornamento della carta di circolazione.

L’intervento è effettuabile su qualsiasi auto ma, ovviamente, per dare il maggiore risalto mediatico possibile all’iniziativa non poteva esserci espediente migliore della trasformazione della vettura italiana  più amata di ogni epoca.

La 500 elettrica monta posteriormente un motore elettrico da 13,5 kW, cioé 20 CV, quindi con una potenza analoga a quella originale ed è collegato alle ruote tramite il cambio originale a 4 marce (che può anche non essere utilizzato ma, in tal caso, il consumo aumenta anche del 30%). Le batterie al litio sono nel cofano anteriore, al posto del serbatoio di benzina, e la capacità è di 7,5 o 10 kWh. Secondo Officine Ruggenti, la velocità massima è di 85 km/h, mentre l’autonomia è di  95 o 120 km nominali (quindi quella reale è di circa 2/3 rispetto a quella dichiarata).

E veniamo ai costi: la trasformazione meccanica costa 7.200 euro ma a questa cifra fa aggiunto il costo delle batterie: da 6.000 a 9.500 euro se le si acquista, oppure da 89 euro al mese se le si noleggia. Ma questo vale per chi ha già una vecchia 500 da elettrificare. Chi invece vuole acquistare una vetture bell’e pronta deve sborsare 28.700 euro (batterie comprese). Ovviamente le cifre sono destinate a lievitare nettamente nel caso di trasformazioni più impegnative rispetto a quelle del “cinquino”.

Articoli precedente

Suzuki Swift: leggera e divertente, è anche ibrida

Articolo successivo

Porsche 911 Carrera GTS: fino in Sudafrica per lei!