Home»News»Land Rover si rivolge all’US Trade Commission contro i suv del gruppo VW

Land Rover si rivolge all’US Trade Commission contro i suv del gruppo VW

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo aver vinto in Cina una causa per bloccare la commercializzazione della Landwind X7 troppo simile alla Range Rover Evoque ed aver perso contro la Ineos per il progetto Grenadier 4×4 (ispirato al Defender), Land Rover si è rivolta alla United States International Trade Commission (USITC) chiedendo la sospensione delle vendite di alcuni suv del gruppo Volkswagen per una possibile violazione delle norme sui brevetti.

Coinvolte anche la Lamborghini Urus e la Porsche Cayenne

Secondo il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata le similitudini tra il software di gestione dei suv “tedeschi” ed il proprio Terrain Response System sarebbero troppe. I modelli “incriminati” sono molti: a cominciare dalle Audi A6 Allroad per proseguire con la gamma “Q” (dalla 5 in su) e finire con le Lamborghini Urus o Porsche Cayenne. Il contenzioso riguarda anche la famiglia Volkswagen Tiguan a listino sull’altra sponda dell’Atlantico. L’agenzia Bloomberg riferisce che l’obiettivo perseguito da Land Rover è il blocco della commercializzazione di questi suv a livello federale.

Land Rover ha già fatto causa alla Bentley nel 2018

Presso alcune corti nel New Jersey e nel Delaware il costruttore del Regno Unito ha avviato anche procedimenti per il risarcimento dei danni. Land Rover chiede la difesa delle proprietà intellettuali relative al software che, in particolare, gestisce la modalità offroad. Il Terrain Response System con modalità “neve”, sabbia”, “fango” e “roccia” impiegato sui modelli del costruttore d’Oltremanica ha debuttato nel 2006. Il primo contenzioso americano fra i due gruppi è cominciato nel 2018 tra Land Rover e Bentley e dovrebbe concludersi il prossimo febbraio. Non è escluso che le previsioni sull’esito del procedimento abbiano indotto la società d’Oltremanica ad inasprire la vertenza.

Articoli precedente

Autostrade: in funzione un nuovo sistema di monitoraggio delle infrastrutture

Articolo successivo

Hyundai Bayon, il nuovo suv coreano di segmento B per i clienti europei