Home»News»Il miliardario Jim Ratcliffe vuole resuscitare il Land Rover Defender

Il miliardario Jim Ratcliffe vuole resuscitare il Land Rover Defender

0
Condivisi
Pinterest Google+

A volte ritornano e nel caso del Land Rover Defender non sarebbe una sorpresa. Perché quando è uscito di produzione, nel gennaio del 2016, molti appassionati del fuoristrada lo hanno rimpianto. In 68 anni si è costruito una solidissima reputazione prima che il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata lo “sacrificasse”.

Team di 150 ingegneri al lavoro entro fine anno

Subito erano circolate voci circa possibili produzioni a tiratura limitata in altri paesi. Adesso, almeno secondo il quotidiano tedesco Handelsblatt, esisterebbe un piano concreto per resuscitarlo. Jim Ratcliffe, il trentatreesimo uomo più ricco del Regno Unito, sarebbe disposto ad investire 650 milioni di sterline (oltre 730 milioni di euro) per tornare a fabbricarlo. I piani sarebbero già piuttosto concreti ed entro la fine dell’anno una squadra di 150 ingegneri dovrebbe cominciare a lavorare al suo nuovo sviluppo.

Nuovo Land Rover Defender a partire da 40.000 euro

Naturalmente in Germania, dove Ratcliffe non farebbe fatica ad immaginarsi anche la produzione. Un po’ per via della Brexit ed un po’ perché nel paese si potrebbe beneficia di capacità non sfruttate al massimo. Grazie all’impero chimico Ineos che ha fondato, il miliardario d’Oltremanica non sembra avere problemi nel reperire le risorse per finanziare l’operazione. L’obiettivo è arrivare a 25.000 esemplari l’anno, che verrebbero commercializzati a partire da 40.000 euro. Le vendite dovrebbero cominciare nel 2020. Resta da capire l’orientamento di Jaguar Land Rover, che pure non esclude di riproporre il glorioso modello.

Articoli precedente

Hummer elettrica a Schwarzenegger, Mister Universo a zero emissioni

Articolo successivo

Mercedes EQC, il suv coupé elettrico, in Norvegia si può già prenotare