Home»News»Lapo Elkann regala una nuova casa alla sua Garage Italia Customs

Lapo Elkann regala una nuova casa alla sua Garage Italia Customs

0
Condivisi
Pinterest Google+

No, non bisogna per forza avere un elicottero, uno yacht, una Ferrari o una Lamborghini, per fermarsi – a partire dalla primavera del prossimo anno – nella nuova sede di Garage Italia Customs, l’azienda di Lapo Elkann e alcuni suoi soci che si occupa di personalizzare tutto ciò che abbia un motore. Una buona, anzi buonissima scusa per fare tappa in Piazzale Accursio potrebbe essere quella di gustare qualcosa preparato da Carlo Cracco (magari non da lui in persona, ecco, ma da uno della sua scuola), oppure anche solo quella di ammirare i “maestros” che con amore e perizia artigianale confezionano pellami per sedili e rivestimenti per l’abitacolo come sarti d’alta classe.

Insomma, lo avrete capito: ciò che muove Garage Italia Customs è la creatività. La voglia di stupire e di lasciarsi stupire. Non a caso, nel sito dell’azienda e sulla parete del locale che conduce dall’ingresso all’officina c’è scritto “Where dreams come true”: lo stesso motto dei parchi di divertimento della Walt Disney.

Fin qui, il colore. Ma a Lapo il guizzo non manca e la scelta di portare la sua Garage Italia Customs proprio qui, in quella che era l’area di servizio simbolo dell’Agip (se non altro perché la volle Enrico Mattei in persona negli anni Cinquanta) è geniale. Primo, perché si tratta di un simbolo non solo di Milano, bensì dell’Italia intera, che negli in cui l’architetto Mario Bacciocchi concepiva questa struttura, ripartiva a tutta velocità. Il Paese era da ricostruire e gli italiani non vedevano l’ora di farlo. Inoltre, il progetto era molto proiettato verso il futuro: qui non ci si fermava solo per fare il pieno, ma anche per godere dell’area relax con bar, per usufruire del servizio d’officina elettrauto e dell’autolavaggio.

Come anticipato, Garage Italia Customs si occupa della trasformazione di tutto ciò che abbia un motore: basta avere un’idea e il budget per realizzarla; al resto pensa l’equipe dell’azienda. Qualche esempio lo si è avuto in occasione della presentazione, quando Lapo ha posato vicino alla Ferrari 458 camouflage, all’Abarth 500 Pied de Poule, alla Vespa con dettagli dorati, alla Ferrari California azzurro opaco e alla BMW i8 blu cangiante.

Per il resto, la nuova casa della Garage Italia Customs verrà ristrutturata sotto la supervisione dell’architetto Michele de Lucchi, che darà un luogo di lavoro ideale ai “maestros”, i quali saranno impegnati – almeno così sperano Lapo Elkann e i suoi – a mettere in pratica i progetti dei singoli appassionati, ma anche di aziende come FCA, Daimler-Benz (Mercedes) e BMW.

 

Articoli precedente

Ferrari 488 Spider, la roadster allo stato dell’arte

Articolo successivo

ACI Global si compra il car sharing milanese "Guidami"