Home»News»LEASEPLAN ITALIA/ Cresce nel primo trimestre 2008 il mercato dell’auto aziendale (+4,9%)

LEASEPLAN ITALIA/ Cresce nel primo trimestre 2008 il mercato dell’auto aziendale (+4,9%)

0
Condivisi
Pinterest Google+

ROMA – Nel primo trimestre del 2008 sono state immatricolate ad imprese e società 187.372 autovetture con una crescita del 4,86% rispetto allo stesso periodo del 2007. Il dato è particolarmente significativo perché, sempre nel primo trimestre, le immatricolazioni a privati hanno subito un calo del 14,79% che ha portato il mercato complessivamente considerato ad accusare una contrazione del 10,03% con una forte accentuazione dell’andamento negativo in marzo. Il mercato dell’auto aziendale, in una fase che appare sicuramente difficile per le vendite a privati, sta quindi assumendo una funzione anticongiunturale e contribuisce ad attenuare la portata della crisi del mercato dell’auto che si è già delineata e che dovrebbe proseguire per tutto il 2008. Come è noto, la domanda sta risentendo in maniera significativa del peggioramento della congiuntura economica e della caduta di tutti gli indicatori di fiducia. Secondo l’Ufficio Studi LeasePlan Italia, azienda leader nel settore del noleggio a lungo termine e nella gestione di parchi auto aziendali, l’andamento positivo delle vendite di auto aziendale è dovuto alla modifica del trattamento fiscale della detraibilità dell’Iva e della deducibilità dei costi che è stato avviato con la Legge n. 127 del 3 agosto 2007 ed è stato completato con l’ultima Finanziaria e chiarito con la Risoluzione 6/Dpf del 20 febbraio 2008. Come si ricorderà, con la sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 settembre 2006 il nostro Paese venne condannato per aver mantenuto un regime di detraibilità dell’Iva sulle automobili troppo restrittivo. Con la manovra Finanziaria di fine 2006, proprio per cercare di contenere l’impatto sulle casse dello Stato della Sentenza della Corte di Giustizia, vennero introdotte forte limitazioni alla deducibilità dei costi aziendali. La conseguenza fu nella prima parte del 2007 un forte rallentamento nelle vendite di auto ad imprese e società che infatti nel primo semestre videro le loro immatricolazioni aumentare soltanto dello 0,24% mentre le vendite a privati crescevano dell’8,94%. Come si è detto, con la Legge del 3 agosto 2007, il Parlamento ha tuttavia modificato la situazione in senso favorevole al contribuente e questo ha consentito al mercato dell’auto aziendale di riprendersi. Il secondo semestre del 2007 ha fatto infatti registrare un incremento delle vendite di auto aziendali del 6,71% derivante da una crescita del 9,55% per le immatricolazioni da noleggio e del 4,80% delle immatricolazioni ad altre imprese. Questo recupero sta continuando nel 2008, sostenuto anche dai chiarimenti emanati in materia di Iva la cui detraibilità può arrivare al 100% oltre che per le auto utilizzate come bene strumentale anche per quelle date in benefit a dipendenti o amministratori a fronte del pagamento di un corrispettivo.

Articoli precedente

MAGNETI MARELLI/ Le ultime novità ad AutoCina 2008

Articolo successivo

CONTINENTAL/ I pneumatici HSL1 e HSR1 sono una garanzia di comfort per gli autobus