Home»News»Importante traguardo per l’EuroNCAP: compie 20 anni

Importante traguardo per l’EuroNCAP: compie 20 anni

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’EuroNCAP compie 20 anni. Tradotto in numeri: 1.800 i veicoli testati, 630 valutazioni di sicurezza, 160 milioni di euro investiti e oltre 78 mila vite umane risparmiate. In tal proposto, Michiel Van Ratingen, Segretario Generale EuroNCAP, dichiara: “Siamo molto fieri che il nostro programma di test abbia portato a miglioramenti importanti nei veicoli e abbia reso l’Europa l’area mondiale con il più basso tasso di incidenti mortali”.

Proseguendo il discorso, Van Ratingen aggiunge “Già ora sottoponiamo a test molti più aspetti della sicurezza dei veicoli di quanto non facessimo nel 1997 e siamo intenzionati a proseguire in questa direzione. Il prossimo anno sottoporremo a test i sistemi che riconoscono ed evitano l’impatto con i ciclisti e stiamo pianificando una roadmap particolarmente impegnativa per il periodo 2020-2025”.

9 auto nuove su 10 hanno una valutazione EuroNCAP. I primi test, effettuati nel 1997, evidenziarono carenze nella sicurezza delle autovetture più diffuse, costringendo a ripensare il modo in cui i veicoli venivano progettati, per prevenire gli incidenti e salvare vite umane. Dopo vent’anni, 9 auto su 10 tra quelle vendute nel mercato europeo dispongono di una valutazione EuroNCAP e l’industria automobilistica supporta attivamente lo sviluppo di nuovi requisiti che consentano di raggiungere le massime valutazioni di sicurezza.

I test Euro NCAP nel corso degli anni sono diventati ancora più rigidi. I test riproducono le condizioni reali di un incidente che potrebbero portare al decesso o al ferimento delle persone coinvolte. I veicoli, oggi, possono raggiungere una valutazione massima di 5 stelle, attribuita non soltanto per la capacità di proteggere gli occupanti del veicolo e i pedoni, ma anche rispetto alla capacità di evitare in primo luogo la collisione.

Articoli precedente

Mercato Auto Italia: gennaio chiude in positivo (+10,1 %)

Articolo successivo

Free2Move: la piattaforma di servizi di mobilità by PSA