Home»News»La Maserati Quattroporte “matura” e diventa anche GranLusso e GranSport

La Maserati Quattroporte “matura” e diventa anche GranLusso e GranSport

1
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo tre anni e mezzo  la Maserati Quattroporte si rinnova, introducendo una serie di migliorie che promettono di incrementare ulteriormente comfort e sicurezza di guida. Per l’occasione nascono poi due nuove versioni, GranLusso e GranSport per venire incontro alle esigenze di quei clienti che vogliono un carattere maggiormente lussuoso oppure sportivo dalla grossa berlina italiana. Esteticamente la linea della Maserati Quattroporte, elegante e sportiva allo stesso tempo, non è stata rivoluzionata. Con il restyling di metà carriera ci sono paraurti ridisegnati, con profili neri (si ritrovano anche nelle bandelle sottoporta), e una nuova mascherina, dall’aspetto più importante, come quella della suv Levante, a sua volta ispirata a quella dell’affascinante prototipo Alfieri. La nuova mascherina oltre a dare un aspetto più imponente al frontale della Quattroporte, grazie a un sistema di feritoie azionate elettricamente per raffreddare la meccanica solo quando necessario, ha permesso di migliorare la resistenza aerodinamica della vettura del 10% a tutto vantaggio dei consumi.

Più evidenti sono le modifiche apportate nell’abitacolo della Maserati Quattroporte. La parte centrale della plancia è stata ridisegnata per accogliere un nuovo schermo touch da 8.4 pollici e inediti comandi del climatizzatore automatico bizona (optional quadrizona). Sul tunnel centrale,  invece, è spuntata un selettore per i controlli del sistema di infotainment (che adesso si integra con gli smartphone per le funzioni di mirroring di Apple CarPlay e Android) e ricavato vano per riporre il telefono. Sulla rinnovata Maserati Quattroporte sono poi le dotazioni legate ai dispositivi di aiuto alla guida. Introdotti con la suv Levante, adesso anche sulla berlina del Tridente si possono avere il cruise control adattivo con funzione di Stop&Go, la telecamera posteriore con visione a 360° e il sistema che avverte il guidatore se cambia di corsia involontariamente e quello che prima avvisa e poi frena automaticamente l’auto per evitare i tamponamenti.

Come anticipato, debuttano poi due nuove versioni, GranLusso e GranSport, disponibili per l’intera gamma motori: 3.0 diesel da 250 cv, 3.0 V6 benzina da 350 cv e 3.0 V6 da 410 cv per le versioni S, anche in versione a trazione integrale S Q4. Due allestimenti che potranno essere chiesti senza sovrapprezzo infine per la top di gamma GTS, dotata del 3.8 V8 biturbo di origine Ferrari che raggiunge i 310 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi.

La Maserati Quattroporte GranLusso si distingue per gli inserti cromati per la carrozzeria, che ne sottolineano l’eleganza, i cerchi in lega da 20″ modello Mercurio e le pinze freno in colore nero. L’abitacolo, invece, è impreziosito da rivestimenti firmati Ermenegildo Zegna, con sedili, pannelli porta e cielo in 100% seta che si abbinano agli inserti in radica e al volante in pelle con inserto in legno. Votate al comfort sono anche le dotazioni: sulla GranLusso sono di serie pedaliera regolabile elettricamente, climatizzatore quadrizona, sedili posteriori riscaldabili, tendina parasole per il lunotto e funzione di accesso senza chiave anche per le portiere posteriori.

La Maserati Quattroporte GranSport, invece, come il nome lascia intendere, punta tutto sull’immagine sportiva. La parte inferiore dei pararuti è stata ridisegnata, con canalizzazioni dell’aria più vistose realizzate con finitura nero lucido, l’impianto frenante ha pinze freno rosse e la mascherina può essere ordinata in nero lucido al posto della tradizionale cromatura. Mentre per rendere più reattiva la grossa berlina ci sono ruote da 21″. Un aspetto decisamente più dinamico sottolineato in abitacolo da sedili profilati per un miglior contenimento del corpo tra le curve, volante in pelle nera o fibra di carbonio (con paddle del cambio in alluminio) e finiture in legno laccato black piano. Per chi desidera rendere ancora più “macho” l’aspetto della Maserati Quattroporte GranSport è infine disponibile il “pacchetto Carbonio“: nel prezioso e leggero materiale sono realizzati i gusci degli specchietti retrovisori, le maniglie porta, il rivestimento dei montati centrale e il profilo del paraurti anteriore.

 

 

Articoli precedente

Yellow in TV: Fiat 124 Spider, Salone dell'Auto di Torino e tanto altro...

Articolo successivo

Renault Clio: è arrivato il momento per la francese di rifarsi il look