Home»News»“Terza via” di Mazda: nuovo motore e carburante a basse emissioni di CO2

“Terza via” di Mazda: nuovo motore e carburante a basse emissioni di CO2

0
Condivisi
Pinterest Google+

“Terza via” di Mazda: nuovo motore e carburante a basse emissioni di CO2

Un inedito combustibile fossile con basse emissioni di CO2 ed un nuovo motore a combustione: Mazda insiste sulla “terza via”. Il costruttore nipponico, la Saudi Armaco ed il National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST) del Giappone hanno ufficializzato una cooperazione per aumentare l’efficienza dei motori termici.

La Saudi Aramco svilupprà del combustibile, Mazda e AIST il propulsore

L’estensione della partnership con Toyota non ha limitato la casa di Hiroshima che continua a non scegliere la soluzione del downsizing. Per il momento i dati danno ragione agli ingegneri di Mazda, visto che l’intera gamma a benzina e turbodiesel con SCR rispetta i parametri sulle emissioni Euro 6d-Temp. Ma a Hiroshima non ci si accontenta. La società saudita si occuperà dello sviluppo del carburante, mentre Mazda e AIST lavoreranno al propulsore che lo utilizzerà. L’investimento congiunto delle tre società è confortato dai dati sulla diffusione delle auto con motori a combustione.

L’unità rotativa Wankel sarà impiegata come Range Extender

Secondo le stime dell’IEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, nel 2035 l’84% del parco circolante impiegherà ancora unità termiche. La prossima novità è il motore Skyactive X, cioè un motore benzina che lavora almeno in parte secondo i principi del diesel. Debutterà sotto il cofano della Mazda 3. Ha un cilindrata di 2.0 litri e dovrebbe avere una potenza attorno ai 190 CV con un consumo attorno ai 6 l/100 km. A fine 2019 verrà esibita la prima auto elettrica a marchio Mazda che precederà il lancio commerciale di una vettura ibrida plug-in fissato per il 2020. La soluzione a zero emissioni prevede anche l’utilizzo del motore rotativo (Wankel), impiegato come range extender.

Articoli precedente

Svelato il primo mistero del nuovo crossover francese, è Renault Arkana

Articolo successivo

Separated Sound Zone, il nuovo audio "à la carte" di Hyundai