Home»News»Mercato auto in Europa torna sopra i 15 milioni. Alfa Romeo a +29,5%

Mercato auto in Europa torna sopra i 15 milioni. Alfa Romeo a +29,5%

0
Condivisi
Pinterest Google+

Mercato auto in Europa torna sopra i 15 milioni. Alfa Romeo a +29,5%

Sul mercato europeo in dicembre sono state vendute 1.088.498 auto nuove, pari ad una flessione del 4,9% rispetto allo stesso mese del 2016, che però aveva un giorno lavorativo in più. Il bilancio degli ultimi 12 mesi resta positivo con un aumento dei volumi pari al 3,4% a quota che ha sfiorato i 15,138 milioni di esemplari, mezzo milione in più.

Italia miglior grande mercato, Regno Unito in calo dopo 6 anni

Per l’Acea, fra i grandi mercati, con una crescita del 7,9%, l’Italia è stato quello che ha contabilizzato l’andamento migliore seguita dalla Spagna (+7,7%). La Francia, dove l’alimentazione a diesel è stata scavalcata da quella a benzina, le registrazioni sono salite del 4,7% ed in Germania del 2,7%. Il Regno Unito, dove in dicembre le vendite sono crollate, ha accusato una flessione del 5,7%: è la prima volta in sei anni. Oltre che la perdita di credibilità del diesel, hanno inciso molto le incertezze sulla Brexit.

FCA è il quarto gruppo europeo: solo Lancia perde terreno

Con il 6,7% di quota (6,6% nel 2016) e quasi 1,045 milioni di auto vendute (993.000 un anno fa), FCA è risultato il quarto gruppo in Europa in crescita del 5,2%. Tranne Lancia (-9,6%), tutti gli altri brand sono cresciuti più della media con Alfa Romeo in evidenza (+29,5%). La penetrazione del Biscione è passata allo 0,5%. Il gruppo Volksagen ha chiuso con una quota del 23,8% (24,1%) con un’espansione dei volumi del 2,1%. Seat (+14,4%) e Skoda (+6,4%) sono i solo brand del gruppo ad essere andati meglio della media. Grazie all’acquisizione di Opel, PSA ha aumentato la propria quota di mercato, che è ancora lontana dal potenziale 17% (è arrivato al 15% in dicembre).

Soddisfazioni per i costruttori francesi Peugeot, Citroen e Renault

Ma i brand storici Peugeot (+7%) e Citroen (+5,2%) hanno riservato soddisfazione agli azionisti, fra cui lo stato francese. Il terzo gruppo europeo è Renault che con Dacia, Alpine e Lada è arrivato al 10,5% di penetrazione con una crescita del 6,7%. La quarta piazza di FCA è insidiata da Bmw Group (6,7% di quota, ma con duemila auto vendute in meno), cresciuto solo dell’1%, e da Ford. Nel 2016 l’Ovale Blu era al 6,8% (come il gruppo bavarese), ma ha chiuso al 6,6% con una leggera contrazione (-0,3%).

Mercedes vince la “corsa” fra i marchi premium sul mercato europeo

Fra i marchi premium, l’ha spuntata Mercedes con un +6,4% ed una penetrazione salita al 5,7%. Volvo, ad esempio, è cresciuta del 4,1%, Porsche del 3,2%. Importante la crescita di Toyota: sostenuto dall’ibrido, il colosso giapponese ha contabilizzato un +12,4% dei volumi, malgrado una flessione di Lexus (-0,7%). Da segnalare la nuova impennata delle vendite di Suzuki (+20,7% con una quota alzata all’1,6%) e l’ulteriore espansione di Kia (+8,5%). Al contrario Honda, ha ceduto in maniera significativa (-11,8%): solo DS ha fatto peggio (-30%).

Articoli precedente

Acura RDX, il crossover Honda di lusso per il mercato americano

Articolo successivo

Tecnologie Bosch per la guida autonoma sicura: frenata e sterzo ridondanti