Home»News»Germania a +10,5%. Volano Tesla (287%) e Lexus (148%), bene Alfa Romeo

Germania a +10,5%. Volano Tesla (287%) e Lexus (148%), bene Alfa Romeo

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il 2017 dell’auto comincia bene anche in Germania (anche meglio rispetto all’Italia), dove le immatricolazioni in gennaio sono state 241.399, pari ad una crescita del 10,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. La quota dei privati è aumentata del 13,4% raggiungendo il 31,5%, mentre quella delle vetture aziendali è stata del 68,5% (+9,2%). I suv hanno trascinato le vendite con una crescita delle registrazioni vicina al 40%. Le nuove immatricolazioni hanno riguardato per lo più modelli con motori benzina (52,2%). In gennaio è stata registrata in Germania una vera impennata di nel segmento delle auto elettriche: +177,4% con 1.323 esemplari.

Germania

Due marchi stranieri, uno americano ed uno giapponese, hanno totalizzato crescita in doppia cifra: Tesla (+287% con 151 unità targate) e Lexus (+148% con 315 auto consegnate). Volumi con aumenti importanti sono stati contabilizzati dalla KBA, l’ente federale per i trasporti, anche per Jaguar (+76%, 689), Ssangyong (+61%, 289) e Alfa Romeo (+49,5% con 275 auto immatricolate). In Germania Fiat Chrysler Automobiles ha una quota di mercato del 2,6% grazie soprattutto a Fiat, che ha chiuso gennaio con 5.147 veicoli consegnati (+25%). Jeep, invece, ha ceduto il 2,6% (0,4% di penetrazione). Tra i marchi tedeschi, Volkswagen continua a rimanere sotto la media del mercato (+5,1%), anche se con il 20,5% di quota rimane il brand leader, mentre i grandi protagonisti sono Mercedes (+20,1%), Bmw (+18,8 %), Smart (+18,4 %) e Mini (+15,2 %).

L’operazione DS condotta da PSA continua a non venire apprezzata dalla Germania: anche in gennaio i volumi sono in flessione, -55,4%. Cali percentuali in doppia cifra anche per Honda (-27,3 %) e Land Rover (-14,9 %).

Articoli precedente

Nuova Renault Zoe: in elettrico senza pensieri

Articolo successivo

Raffica di aumenti, non solo sul GPL, ma anche per verde e diesel