Home»News»Mercato dell’auto ancora negativo, -23% in giugno. All’Italia piace ibrida

Mercato dell’auto ancora negativo, -23% in giugno. All’Italia piace ibrida

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il mercato dell’auto resta depresso: in giugno in Italia sono state contabilizzate 132.457 immatricolazioni, il 23,1% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. L’effetto Covid-19 si fa sentire soprattutto sul bilancio del primo semestre, per il quale si registra una flessione del 46,1% a poco meno di 584.000 auto nuove targate.”Senza stimoli alla domanda – lamenta l’UNRAE – si rischia di contare, a fine 2020, appena 1,2 milioni di nuove immatricolazioni, con un ribasso del 35% rispetto al 2019″.

Scudieri (UNRAE): “Segnali di ripartenza veramente timidi”

Il presidente Paolo Scudieri parla di “segnali di ripartenza veramente timidi, riconducibili perlopiù allo smaltimento di ordini accumulati e rimasti inevasi prima della chiusura dei concessionari dello scorso marzo”. In giugno, inoltre, i rivenditori sono rimasti aperti anche un giorno in più. L’UNRAE ricorda che sostenere la domanda conviene anche all’Erario, che ogni 100.000 immatricolazioni in meno perde mezzo miliardo di entrate. Il gradimento per le auto “alternative” è cresciuto anche in giugno: 25% di quota e +23,5% in termini di volumi.

Il mercato delle auto ricaricabili avanza del 104%, plug-in a +302%

Il calo nel semestre è del 15%. In controtendenza rispetto al mercato il segmento delle auto ibride ed elettriche si espande: +80,5% a giugno e +24% da inizio 2020. Le mild hybrid e full crescono lievitano del 76% nel mese (11% di penetrazione e del 4% nei primi sei mesi del 2020. Per le ricaricabili le cose vanno ancora meglio: +104% nel mese (elettriche a +52% e 1,7% di quota e plug-in a +302% e 1,2% di penetrazione). Sul totale immatricolato pesano però solo per il 3%. Fra i singoli marchi ci sono anche progressioni interessanti. Volvo, che deve richiamare 2,1 milioni di veicoli a livello globale, avanza del 12,64% nel mese.

Nel semestre solo Tesla è ancora positiva, Ferrari è vicina alla parità

Porsche progredisce dell’8,62% e Mazda dell’1,19%. Tesla invece è negativa in giugno (-19,2%), ma è il solo costruttore positivo nel semestre, +9,9%. Ferrari è vicina alla parità, -3,56%. Nella Top 10 di giugno, la Fiat Panda domina come da inizio anno. Nel mese precede la Renault Clio e la Lancia Ypsilon. Nella classifica dei modelli più venduti ci sono addirittura due Dacia: la Sandero, quarta, e la Duster, settima. Nel semestre la Panda precede la Ypsilon e la Clio. FCA “schiera” nella Top anche la 500X, la 500 e la Jeep Renegade.

 

Articoli precedente

Citroen e-C4 e C4, la rinnovata berlina francese è regina del comfort

Articolo successivo

Tesla sorpassa anche Toyota, in Borsa vale quasi dieci volte il suo fatturato