Home»News»Auto: mercato Italia 2018 in rosso (-3,1%). Jaguar e Jeep i marchi “vincenti”

Auto: mercato Italia 2018 in rosso (-3,1%). Jaguar e Jeep i marchi “vincenti”

0
Condivisi
Pinterest Google+

Auto: mercato Italia 2018 in rosso (-3,1%). Jaguar e Jeep i marchi “vincenti”

Un dicembre positivo (+2%) non basta per “salvare” il bilancio del mercato dell’auto Italia 2018, che ha chiuso il 2018 in flessione: -3,1%. Lo scorso anno, secondo i dati del Ministero della Infrastrutture e dei Trasporti, sono state immatricolate 1.910.025 auto nuove. L’obiettivo dei due milioni è risultato troppo ambizioso, soprattutto dopo le pesanti flessioni di settembre, ottobre e novembre.

Scuderi (ANFIA): “Nel 2019 ripercussioni negative del bonus-manus”

E il 2019 non sembra cominciare sotto i migliori auspici: “Difficile fare previsioni per l’anno appena iniziato”, ha commentato il presidente dell’ANFIA Paolo Scuderi. “Si apre all’insegna della preoccupazione per le ripercussioni negative del bonus-malus – in quanto ad essere colpite non saranno solo le autovetture di lusso e di grossa cilindrata, ma anche moltissimi modelli ampiamente diffusi sul mercato – per il clima di incertezza economica, nonché per un contesto produttivo piuttosto critico”. In realtà, almeno sul 2018, ha influito l’entrata in vigore dei nuovi parametri per l’omologazione delle auto. E su questo fronte i costruttori non sono esenti da responsabilità.

Il diesel perde terreno: -12% in un anno (ma non nel prezzo alla pompa)

Lo stesso calo della domanda del diesel (-17% anche in dicembre con una quota scivolata sotto il 50%) ed il clima di incertezza politica che ha preceduto le elezioni non aveva aiutato il mercato. Con 7 mesi “in rosso” su 12 il bilancio non poteva che essere negativo. Le immatricolazioni delle auto a gasolio (le cui quotazioni sono scese, ma alla pompa gli italiani non se ne sono accorti) hanno perso il 12% e la penetrazione è scesa al 51,2%. La quota di mercato delle auto a benzina è passata al 35,5%, mentre quelle “alternative” hanno raggiunto il 13,3% (+10% nell’anno). Le immatricolazioni elettriche sono state appena lo 0,3% del totale nonostante un +88% in dicembre (370 unità), mentre quelle ibride (anche plug-in) hanno totalizzato il 4,5% su base annua.

Mercato Italia 2018: crescite importanti per Jaguar, Jeep e Mitsubishi

Seppur con volumi decisamente diversi, Jaguar, Jeep e Mitsubishi si sono contese la palma del marchio con il maggior tasso di crescita. Il brand britannico ha chiuso a +74% con una penetrazione che ha sfiorato lo 0,5%, Jeep ha guadagnato un altro 71% (quasi il 4,5% di quota) e la casa dei Tre Diamanti è avanzata del 60% (0,31%). Bene anche Seat, Volkswagen e Volvo, tutte in crescita tra il 13,82% ed il 12,25%. Al contrario Fiat ha ceduto poco meno del 20% (come Lancia) appesantendo il dato di FCA (-10,41%). Negativi anche Infiniti (-68%), Mini (-17%) e Nissan (-13%).

Fiat Panda sempre regina delle vendite, ma con 20.000 unità in meno

Nella Top 10 dei modelli più venduti Fiat Panda l’ha spuntata (con distacco) ancora una volta in anche in questo difficile mercato Italia 2018. Solo che le quasi 122.500 unità consegnate sono 20.000 in meno rispetto al 2017. Sul podio, Lancia Ypsilon (quarta) e 500 (quinta) sono state spodestate da 500X (oltre 4.000 unità in più) e dal Renault Clio, che un anno fa era quinta e venduta in un migliaio di esemplari in meno.

Articoli precedente

Un italiano, Andrea Adamo, "pilota" la divisione Motorsport di Hyundai

Articolo successivo

Hyundai Elevate, al CES di Las Vegas il concept che può (quasi) tutto