Home»News»Rally del mercato in novembre: +23,5%. E Volkswagen lievita del 27,1%

Rally del mercato in novembre: +23,5%. E Volkswagen lievita del 27,1%

0
Condivisi
Pinterest Google+

Rally di fine anno per il mercato italiano dell’auto: in novembre sono state immatricolate oltre 134.000 auto con una crescita rispetto allo stesso mese del 2014 del 23,47%, grazie anche ad un giorno lavorativo in più. Da inizio anno i volumi sono aumentati del 15,48% a quota 1,465 milioni e le stime sono per una chiusura attorno a 1,56 milioni di autovetture immatricolate (+15% circa rispetto al 2014). Il giro d’affari sarà comunque ancora inferiore al 2011, quando vennero contabilizzate 1,75 milioni di nuove registrazioni. Secondo l’ANFIA i “livelli fisiologici” del mercato si attestano a 1,8 milioni di unità all’anno. Anche la produzione nazionale di auto è tornata a crescere: più di 493.000 unità nei primi 9 mesi dell’anno (+69%), circa 200.000 vetture in più rispetto allo stesso periodo del 2014. Si tratta, spiega ANFIA, del risultato di un “progressivo incremento dei ritmi produttivi da inizio anno, passati da +50% nel primo trimestre, a +76% nel secondo e +85% nel terzo”.

La vera sorpresa del mese è il dato che riguarda Volkswagen: con 10.093 unità immatricolate, il marchio che ha scatenato il dieselgate è cresciuto del 27,1%. Gli altri brand del gruppo hanno fatto registrare espansioni meno importanti: Audi +13,2%, Seat, +19% e Skoda +12%. Al contrario, Toyota (che da inizio anno è cresciuta poco più di VW: 7,97% contro 7,48%) ha dovuto fare i conti con una contrazione dei volumi del 4,4% nel mese. La crescita percentuale più significativa è stata quella della coreana Ssangyong (+159 con 220 unità vendute) seguite da Jaguar (+142%, da 79 a 191 esemplari). Lo scorso mese, l’aumento delle immatricolazioni di Jeep è stato “solo” del 67%, ma nel novembre del 2014 grazie a Renegade i volumi erano schizzati del 245%. Da inizio anno tuttavia, nessun marchio ha contabilizzato un’espansione maggiore: +204%. Fiat è andata meglio del mercato (+29,35%). Alfa Romeo si è attestata a + 18%, mentre Lancia ha subito una contrazione di quasi il 2%. La quota di mercato del gruppo FCA (Maserati e Ferrai escluse) è salita al 28,2% nel corso del 2015 con l’aumento di novembre (+26%). Volvo, che a livello mondiale ha registrato il miglior mese in 88 anni di storia (49.055 veicoli consegnati), in Italia ha ceduto il 12% a quota 1.332 unità.

Articoli precedente

Aumenta ancora la verde, rincari Esso e Q8/Shell

Articolo successivo

Pechino contro l'inquinamento, "dimezzare emissioni veicoli diesel"