Home»News»Mercato auto usate: timidi segnali di ripresa

Mercato auto usate: timidi segnali di ripresa

0
Condivisi
Pinterest Google+

Auto usate – La pandemia, come noto, ha falcidiato molti settori. Uno dei più colpiti il settore Automotive, con perdite ingenti su tutti i fronti. In attesa di poter constare gli effetti benefici prodotti dai vari incentivi all’acquisto, il mercato sembrerebbe risollevarsi un filo.

Specialmente nel settore usato. Nel mese di giugno i passaggi di proprietà sono aumentati del +6,6%, mentre nel nuovo prosegue il sensibile calo delle vendite (-23%). Sul fronte delle alimentazioni le uniche a crescere sono state quelle ibride ed elettriche, ma nell’usato questo è un mercato ancora in una fase iniziale. Un quadro della situazione decisamente interessante, rilevabile grazie alla ricerca-studio effettuata dall’osservatorio di AutoScout24.

Pertanto, sorge spontanea una domanda. Cosa cercano gli italiani in un’auto usata? Il diesel è sempre la prima scelta. Nell’usato, infatti, il diesel continua a essere l’alimentazione preferita. Un dato confermato sia dai dati dell’ACI, con il 49,1% dei passaggi di proprietà che riguardano vetture a gasolio, sia dall’analisi interna di AutoScout24, che toccano il 56% delle richieste totali ricevute. In quasi tutte le regioni la domanda di auto a gasolio supera la metà delle richieste, con punte in Puglia (70%), Basilicata (69%), Umbria (64%) e Molise (64%).

L’età media delle auto in vendita è di otto anni e tra i modelli più richiesti in assoluto si conferma ancora una volta la Volkswagen Golf, mentre tra le auto ibride spicca la Toyota Yaris e tra le elettriche la Tesla Model S. Il prezzo medio delle auto usate, invece, si aggira intorno ai 14/15 mila euro. Un valore che può aumentare di oltre 10 mila se si considerano le auto elettriche ed ibride.

Articoli precedente

Hyundai presenta IONIQ, brand dedicato ai veicoli elettrici

Articolo successivo

Aston Martin DB5 Goldfinger Continuation: (ri)nasce l'auto di 007