Home»News»Mercato dell’auto stabile in Italia in ottobre, ma FCA cresce del 12,5%

Mercato dell’auto stabile in Italia in ottobre, ma FCA cresce del 12,5%

0
Condivisi
Pinterest Google+

In ottobre il mercato dell’auto si è stabilizzato: con poco meno di 157.000 immatricolazioni di auto nuove è stata contabilizzata una flessione dello 0,2% rispetto allo stesso mese del 2019. Sul dato ha inciso anche il giorno lavorativo in meno: 22 anziché 23. Dall’inizio dell’anno la perdita è sempre importante e sfiora il 31% (-30,9%). Il dato arriva dopo un settembre spumeggiante con volumi in aumento del 9,5%.

Fiat Panda e Lancia Ypsilon valgono quasi la metà dei volumi di FCA

La buona notizia per l’Italia è che FCA è cresciuta di quasi il 12,5% aumentando sensibilmente la penetrazione passata nel mese dal 21,53% al 24,26%. Il saldo del 2020 resta ancora negativo per il gruppo italo americano che ha ancora qualche decimale di quota da recuperare dato che la flessione (-31,56%) è superiore alla media del mercato. Trascinata dalla Panda, che si conferma il modello più venduto nel mese e nell’anno, Fiat è cresciuta del 16,16% con 25.360 esemplari targati (poco meno di 15.000 sono Panda). Con due modelli, la stessa Panda e la Lancia Ypsilon, FCA ha totalizzato quasi la metà dei volumi complessivi dei primi 10 mesi del 2020.mercato dell'auto

Evoluzione sostenibile del mercato dell’auto: elettrificate a +233%

Il comparto è impegnato nelle trattative con il Governo per sfruttare le risorse del Recovery Plan puntando sul rinnovo del parco circolante. In ottobre le vendite di auto a gasolio sono scese del 14% (30,5% del mercato): nel 2020 il calo è del 42%, ma penetrazione è del 34%. Fra le alimentazioni alternative (+105% nel mese), il maggior contributo alla crescita arriva dalle ibride ed elettriche: +233% a ottobre e +93% da inizio 2020. Le mild e full hybrid crescono nel mese del 228% (+82% in 10 mesi) con una quota del 15%. I volumi delle ricaricabili (plug-in e elettriche pure) sono lievitati del 264% in ottobre 2019. Nonostante la sensibile crescita, la quota di mercato è del 3% su base annua.

Tesla sempre il solo marchio in positivo nel corso del 2020

Nel 2020 anche in Italia c’è un solo marchio positivo: Tesla. Anche se in ottobre ha ceduto quasi il 4,5% (appena 64 vetture immatricolate), dall’inizio dell’anno ha guadagnato oltre il 34%. Ferrari è sempre vicina alla parità (-2,61% con 448 modelli consegnati), mentre Skoda, anche grazie al +33% di ottobre, evita la perdita in doppia cifra (-9,3%). In ottobre hanno fatto registrare incrementi significativi le giapponesi Honda (+35,5%) e Suzuki (+39,46%). Seppur con volumi decisamente inferiori, sia DR (+182%) e Lamborghini (+100%) hanno contabilizzato crescite in tripla cifra.  Cali importanti, invece, per Jaguar (-54%), Mitsubishi (-42%) e, soprattutto, per smart (-68,5%).

Articoli precedente

Honda allarga il pool tra FCA e Tesla per evitare le multe sulle emissioni

Articolo successivo

Trecento denunce contro FCA e Iveco in Germania, possibili manipolazioni