Home»News»MERCEDES-BENZ / Compatte ed eleganti le nuove Classe A e Classe B

MERCEDES-BENZ / Compatte ed eleganti le nuove Classe A e Classe B

0
Condivisi
Pinterest Google+

Milano – Avete mai provato a sfidare il traffico cittadino col massimo del relax, senza preoccuparvi di code, caldo, pedoni e moto che tagliano la strada e, arrivati a destinazione, dell’incubo di trovare un parcheggio adatto? Chi l’ha fatto non poteva che essere alla guida di un’auto di classe. E in questo la Stella, diciamolo pure, è maestra. Ebbene abbiamo voluto sperimentare tale possibilità, mettendoci al volante di due vetture da città, che potessero ben districarsi in strette vie, arterie caotiche e sensi unici dettati dai sempre onnipresenti cantieri stradali. Alla prova abbiamo messo Classe A e Classe B. E abbiamo scelto le ultime arrivate nella gamma di Classe A e Classe B, ovvero le versioni Style e Premium. Ad inizio d’anno Mercedes-Benz ha inserito nella gamma la versione Executive, oggi torna ad accontentare i gusti della clientela italiana con le versioni Style e Premium in Classe A e Premium in Classe B. Versioni dotate di un equipaggiamento scelto sulla base delle preferenze degli autisti e delle autiste italiane. Già, le autiste. Classe A, lanciata nel 1997, è riuscita a emozionare e conquistare il cuore dell’universo femminile grazie alle sue doti di eleganza, sicurezza e comfort. È stato un vero e proprio amore a prima vista. E oggi la Stella ricambia proponendo, con Classe A Style, una serie di equipaggiamenti particolarmente graditi dalle donne. Esempio primario è la facilità di guida. Classe A “assiste” chi guida nella ricerca di un posto auto e nelle manovre di parcheggio in retromarcia col Park Assist. Oltre al Park Assist, Classe A Style, disponibile in versione Coupé e Berlina e su tutte le motorizzazioni ad eccezione della 200 Turbo Coupé, dispone di serie, tra l’altro, di rivestimenti in pelle Artico e tessuto, volante e leva del cambio in pelle, inserti interni in mirto naturale, radio cd/mp3 e cerchi in lega a dieci razze da 16” con pneumatici 195/55. Per averla, rispetto alla versione Executive occorre aggiungere in media 1.600 euro, ovvero si parte dai 24.120 euro della A 180 ai 25.600 della A 200 Turbo. Per chi vuole di più c’è la versione Premium, con navigatore satellitare Comand Aps, bracciolo anteriore portaoggetti e lo stesso equipaggiamento della Style (ma non il Park Assist). Per averla occorre aggiungere in media altri 1.350 euro, ovvero si parte da 25.480 euro per la A 180 a 28.710 per A 200 Turbo.
Classe B è una vettura dal carattere inconfondibile, arrivata sul mercato a metà 2005 e subito apprezzata da sportivi e giovani famiglie. Negli anni anch’essa si è ritagliata uno spazio nell’universo femminile, soprattutto con optional particolarmente ambiti dalle donne, quali tetto apribile, cambio automatico, sistema di assistenza al parcheggio e navigatore satellitare Comand Aps. Quest’ultimo è di serie nella Premium insieme ai rivestimenti in pelle Artico e tessuto, al volante e pomello del cambio in pelle e ai cerchi in lega a 10 razze da 17” con pneumatici da 215/45. Sulla Classe B i tecnici Mercedes-Benz hanno deciso di avviare un restyling più significativo. Il frontale è stato ridisegnato, Classe B Premium mostra la sua personalità grazie alla mascherina con tre lamelle orizzontali in grigio metallizzato con listelli cromati e la Stella al centro. Nuovi sono anche paraurti, cofano motore e il portellone, dotato di un’impugnatura cromata più ergonomica. Una volta a bordo, l’impatto è decisamente sportivo, dagli alloggiamenti dei retrovisori esterni alle maniglie delle porte, dai rivestimenti dei sottoporta (in tinta con la carrozzeria) ai sedili rialzati, che ci garantiscono un’ottima visuale. Anche i pannelli interni delle porte hanno un nuovo tipo di rivestimento che fa pendant con quello dei cuscini laterali dei sedili in pelle sintetica. Quanto ai prezzi, rispetto alla versione Executive per la Premium occorre aggiungere in media 3.600 euro.  

Articoli precedente

RENAULT TRUCKS / Risultati positivi malgrado la crisi mondiale

Articolo successivo

ALLEANZA RENAULT-NISSAN / In Irlanda l’auto elettrica è realtà