Home»News»Il designer di Seat, Mesonero Romanos, raggiunge de Meo in Renault

Il designer di Seat, Mesonero Romanos, raggiunge de Meo in Renault

0
Condivisi
Pinterest Google+

Prima le indiscrezioni, poi la conferma: con Luca de Meo, che ha lasciato la Seat per diventare il nuovo Ceo del gruppo Renault, arriva anche Alejandro Mesonero Romanos. Ossia il capo del design, che entrerà nel team di design della Losanga a partire dal prossimo ottobre. La matita spagnola assoldata da Seat nel 2011 riporterà a Laurens van den Acker, direttore del Design Industriale e membro del Comitato esecutivo.

La 52enne matita spagnola aveva già lavorato per il gruppo Renault

La notizia aveva cominciato a circolare ieri mattina. Il costruttore transalpino l’ha confermata solo nel tardo pomeriggio. Mesonero Romanos è uno degli artefici della rinascita del marchio spagnolo, per il quale ha seguito lo sviluppo dei tre suv: Ateca, Arona e Tarraco. “A lui – si legge in una nota della stessa Renault – si devono anche la quinta generazione di Ibiza, le ultime versioni della gamma Leon nonché le ultime Cupra Formentor ed el-Born“. Come per de Meo, anche per il 52enne designer di Madrid si tratta di un “ritorno”. Tra il 2007 ed il 2009 aveva lavorato per il gruppo Renault fino a venire nominato direttore del design di Renault Samsung Motors in Corea del Sud.

Laurea a Barcellona e laurea breve al Royal college of Art di Londra

In precedenza, tra il 1994 ed il 2001, Mesonero Romanos aveva collaborato come esterno con vari marchi del gruppo Volkswagen, inclusa Seat, che dal 1985 occupava anche il fratello Carlos. “Sono molto contento che entri nella Direzione Design”, ha commentato van der Acker. “Il suo ottimo lavoro – ha aggiunto – è molto noto nell’industria automobilistica e la sua esperienza rafforzerà il nostro team”. Il manager spagnolo ha una laurea in design industriale presso l’Elisava Barcelona School of Design. Poi ha conseguito anche una laurea breve in design automobilistico presso il London Royal College of Art.

 

Articoli precedente

Ferrari Roma, Nuova Dolce Vita: eleganza senza tempo da 201.000 euro

Articolo successivo

Impennata della percentuale di richiamo nel 2020, la Top 10 dei costruttori