Home»News»Mini Countryman John Cooper Works: a listino la GT Edition

Mini Countryman John Cooper Works: a listino la GT Edition

0
Condivisi
Pinterest Google+

In occasione del lancio della Mini più veloce di sempre, la nuova John Cooper Works GP, il brand britannico presenta un’edizione limitata in sole 50 unità. La Countryman John Cooper Works GT Edition. La vettura sarà disponibile in tutte le colorazioni possibili (ad eccezione del Chili Red). Inclusa la vernice metallizzata White Silver, che ad oggi non è disponibile per nessun’altra Countryman.

Le personalizzazioni degli esterni saranno costituite da tetto e specchietti retrovisori esterni Chili Red, Union Jack sul tetto, bonnet stripes e side scuttle dedicati. Non mancheranno poi decorazioni sulle prese d’aria anteriori, sulla fiancata e sul posteriore in Chili Red e logo GT Edition sul portellone posteriore. La vettura monterà anche i cerchi in lega da 18’’John Cooper Works Grip Spoke Black e il pacchetto di accessori Total Black. Gl’interni sfoggeranno invece sedili John Cooper Works Dinamica/Pelle Carbon e il volante sportivo con imbottitura in alcantara. In aggiunta, l’edizione limitata avrà i battitacco anteriori e posteriori personalizzati. Infine, sul cruscotto verrà riportato l’emblema GT Edition, con il riferimento al numero limitato di 50 vetture.

Detto ciò è doveroso ricordare che la Countryman John Cooper Works, insieme alla Clubman John Cooper Works, costituisce la vettura in serie più potente che il brand britannico abbia mai offerto in 60 anni di storia. Dispone di un nuovo motore 4 cilindri turbo in grado di erogare 306 cv. L’energico motore è abbinato a un’inedita trasmissione sportiva a otto rapporti Steptronic, che include, tra l’altro, un differenziale meccanico autobloccante sull’asse anteriore, un sistema di trazione integrale ALL4.

La Mini Countryman John Cooper Works GT Edition è disponibile da oggi, con prezzi a partire da 59.400 euro.

 

Mini Countryman John Cooper Works GT Edition

Articoli precedente

Peugeot e-208 ed e-2008: le elettriche guidabili dai neopatentati

Articolo successivo

Nasce Renault Road4us: un sito per sensibilizzare i comportamenti stradali