Home»News»Mini Countryman John Cooper Works: un’inglesina di carattere

Mini Countryman John Cooper Works: un’inglesina di carattere

0
Condivisi
Pinterest Google+

La seconda generazione della Mini Countryman arricchisce la propria gamma con l’introduzione a listino del modello John Cooper Works, spinto dal motore più potente finora montato su una Mini: il 2.0 litri turbo arriva a sviluppare una potenza di 231 CV e una coppia massima di 350 Nm. A tale unità si affianca poi la trazione integrale ALL4. Sia in combinazione con il cambio manuale di serie a sei rapporti che con l’optional cambio Steptronic sportivo a otto rapporti, la nuova Countryman JCW (i due modelli nel ciclo combinato consumano rispettivamente 7,4 e 6,9 l/100 km) accelera da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi e raggiunge una velocità di punta di 234 km/h.

La trazione ottimale in fase di accelerazione e l’elevata dinamicità vengono assicurate inoltre dal Dynamic Traction Control (DTC) e dall’Electronic Differential Lock Control (EDLC), che svolge una funzione di bloccaggio elettronico del differenziale dell’asse anteriore, nonché dal Performance Control che incrementa la maneggevolezza nella guida dinamica in curva. L’equipaggiamento di serie comprende uno specifico kit aerodinamico, abbinato a fari a led e cerchi in lega JCW da 18 pollici nella versione Black Thrill Spoke.

Non mancano poi numerosi sistemi di assistenza alla guida, volti a migliorare in confort e la sicurezza di chi guida. L’avvertimento antitamponamento con preparazione alla frenata di emergenza, di serie, può essere completato dal sistema Driving Assistant, con regolazione attiva della velocità su base di telecamera. Approach & Pedestrian Warning con preparazione alla frenata di emergenza, High Beam Assistant e riconoscimento della segnaletica stradale completano l’equipaggiamento. L’offerta comprende anche il Park Distance Control con sensori integrati nel frontale della vettura, telecamera di retromarcia e Park Assistant.

Il lungo elenco di accessori disponibili su richiesta comprende il tetto panoramico in vetro, il climatizzatore automatico a due zone, il sistema di altoparlanti HiFi Harman Kardon, il sistema di navigazione Professional, i sedili di guidatore e passeggero riscaldabili, il riscaldamento del parabrezza, gli specchietti retrovisori esterni riscaldabili e ripiegabili elettricamente e un impianto antifurto con luce di stato rossa nella pinna del tetto. La nuova Countryman John Cooper Works sarà presentata per la prima volta al pubblico ad aprile, in occasione del Salone di Shanghai. Il lancio commerciale, invece, è previsto per la primavera.

 

Articoli precedente

Andrea Cardinali (53) nuovo presidente dell'Aniasa

Articolo successivo

Vanda Dendrobium, l'orchidea selvaggia ed elettrica di Singapore