Home»News»Nuove Clubman e Countryman, le Mini John Cooper più potenti di sempre

Nuove Clubman e Countryman, le Mini John Cooper più potenti di sempre

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nuove Clubman e Countryman, le Mini John Cooper più potenti di sempre

Le Mini stradali più potenti sono le varianti Clubman e Countryman della gamma Mini John Cooper Works, entrambe con un impianto frenante maggiorato. I due modelli sono equipaggiati con il nuovo 2.0 litri a 4 cilindri sovralimentato benzina da 306 CV. In 60 anni di storia, il costruttore britannico controllato da Bmw dal 2001 non aveva mai osato tanto.

Tecnologia TwinTurbo con 75 Cv in più rispetto alla precedente generazione

E, infatti, con il TwinTurbo le John Cooper Works guadagnano così addirittura 75 CV di potenza rispetto alla generazione precedente. La coppia massima aggiuntiva raggiunge i 100 Nm, 450 in totale. Il propulsore è abbinato alla inedita trasmissione sportiva a otto marce Steptronic. I modelli montano anche un differenziale meccanico autobloccante sull’asse anteriore e dispongono della trazione integrale ALL4 (di serie). Il loro telaio è stato modificato con rinforzi addizionali per la struttura esterna. I consumi della Mini Clubman John Cooper Works oscilla tra i 7,1 ed i 7,4 l/100 km, mentre per la John Cooper Works Countryman è compreso tra i 6,9 ed i 7,3.

Le Mini John Cooper hanno la velocità limitata elettronicamente a 250 km/h

Lo spunto da 0 a 100 a 100 chilometri all’ora è stato migliorato di circa un secondo e mezzo. Per la station wagon è di 4,9 secondi, per la Countryman di 5,1. Il costruttore parla di una performance “mai così sbalorditiva”: la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Tra le altre soluzioni adottate sui due modelli ci sono un impianto di raffreddamento realizzato “con le conoscenze maturate dalle esperienze sulle gare in pista”, scarichi con un sound specifico e filtro antiparticolato. Le unità a benzina sono omologate Euro 6d-TEMP. I modelli hanno nuovi fari a LED con funzione Matrix per gli abbaglianti e luci posteriori a LED con design Union Jack per la Mini Clubman John Cooper Works.

Aerodinamica migliorata anche grazie al rivestimento dei retrovisori esterni

Per migliorare l’aerodinamica, le due Mini ad alte prestazioni montano speciali calotte per gli specchietti retrovisori esterni. Sono di serie la presa d’aria centrale con design a nido d’ape, i fari a LED, il climatizzatore automatico bizona e, tra le altre cose, la radio Mini Visual Boost con schermo da 6,5” con funzione touchscreen e grafiche ridisegnate. A richiesta sono disponibili il navigatore satellitare connesso con la funzione easy-to-use ed il Connected Navigation Plus con schermo da 8,8”.

Articoli precedente

I bozzetti di un nuovo suv compatto (non elettrico), il progetto Kia Tusker

Articolo successivo

Yellow Motori in TV: puntata del 12 maggio 2019