Home»Electric»Mirafiori, progetto italiano per la più grande infrastruttura V2G al mondo

Mirafiori, progetto italiano per la più grande infrastruttura V2G al mondo

0
Condivisi
Pinterest Google+

A lavori ultimati, Mirafiori ospiterà la più grande infrastruttura Vehicle-to-Grid (V2G) al mondo con 25 MW di capacità regolante, di cui 5 di fotovoltaico: il cantiere per la realizzazione del progetto pilota di FCA e Engie Eps è stato aperto nelle scorse ore. La superficie interessata copre circa 3.000 metri quadrati con 450 metri di trincee destinate ad ospitare oltre 10 chilometri di cavi.

Interconnessione per 700 veicoli a Mirafiori quando l’impianto sarà terminato

In una prima fase a Mirafiori sono previste 32 colonnine per un totale di 64 punti ricarica bidirezionali fast charge con una potenza fino a 50 kW. Malgrado la pandemia, l’inaugurazione è prevista per luglio. Per la fine del prossimo anno, il progetto prevede l’interconnessione fino a 700 veicoli. La centrale elettrica virtuale sarà la “Virtual Power Plant più innovativa d’Italia”. Con la sua capacità sarà in grado di fornire servizi all’equivalente di 8.500 abitazioni. FCA parla non solo di “ottimizzazione delle risorse”, ma anche della “regolazione ultrarapida di frequenza”. In futuro il bilanciamento tra la domanda e la produzione di energia sarà fondamentale per la tenuta della rete: l’infrastruttura di Mirafiori servirà anche a questo. I veicoli potranno sia effettuare la ricarica di energia, sia restituire quest’ultima (V2G) contribuendo alla stabilizzazione della rete.

Le auto ferme contribuiranno a stabilizzare la rete in tutta Europa

Un’opzione, quest’ultima assolutamente realistica perché le auto sono mediamente in movimento per al massimo il 20% del tempo. “Il progetto – ha spiegato Roberto Di Stefano, responsabile e-Mobility di FCA per la regione EMEA, recentemente ospite anche della trasmissione Yellow Motori – è il nostro laboratorio per sperimentare e sviluppare offerte per creare valore sui mercati energetici”. Il servizio reso dai clienti attraverso le loro macchine può venire ripagato o in denaro o con energia a titolo gratuito. Almeno sulla base delle stime, nel 2025 i veicoli elettrici in circolazione nel Vecchio Continente assicureranno una capacità di immagazzinamento superiore ai 300 GWh. Ossia, “la più grande risorsa distribuita a disposizione del sistema energetico europeo”.

Articoli precedente

Soccorsi a zero emissioni a Tokyo con l'ambulanza elettrica NV400

Articolo successivo

Kia Picanto, dalla Corea del Sud le prime immagini dell'aggiornamento