Home»News»Mitsubishi ridimensionerà le attività in Europa, “Small is beautiful” il motto

Mitsubishi ridimensionerà le attività in Europa, “Small is beautiful” il motto

0
Condivisi
Pinterest Google+

I margini contano più dei volumi e per questo Mitsubishi, il terzo partner dell’Alleanza franco nipponica con Renault e Nissan, ridurrà l’impegno in Europa. Che assieme a quello degli Stati Uniti è stato definito dal Ceo Takao Kato come un “mega mercato”. Il ridimensionamento si aggiunge ai piani di risanamento disposti da Renault e Nissan.

Nel 2019 Mitsubishi ha aumentato le vendite in Europa del 3,9%

E questo nonostante lo scorso anno Mitsubishi abbia contabilizzato un aumento del 3,9% dei volumi in Europa (130.000 esemplari circa) e del 2,5% negli USA (121.000). “Non abbiamo raggiunto l’obiettivo di profittabilità che ci eravamo prefissati”, ha insistito il top manager. La casa dei Tre Diamanti si concentrerà su alcuni mercati e su alcune soluzioni tecnologiche, così come anticipato nel corso della presentazione del piano dell’Alleanza. La scelta di ridurre le attività in Europa e negli Stati Uniti è stata pertanto inevitabile. Anche perché l’aumento dei volumi, che costituiva uno degli obiettivi del precedente progetto di espansione, aveva comportato un incremento dei costi del 30%.

Nuova strategia all’insegna del motto “piccolo è bello”

Che adesso non è più sostenibile. Di qui la decisione di procedere all’insegna di un nuovo motto: “Small is Beautiful”, piccolo è bello. Mitsubishi lavorerà in particolare nei paesi del sud est asiatico e in Australia, puntando sulla propria gamma di pick-up, suv e minivan. Che cosa significa di preciso il ridimensionamento delle operazioni nel Vecchio Continente non è ancora chiaro. Anche perché recentemente è entrata a far parte del consorzio delle mappe Here. In Italia, ad esempio, il costruttore è rappresentato da un importatore, il gruppo Koelliker.

Articoli precedente

La quarta generazione della monovolume Kia Carnival debutta in autunno

Articolo successivo

DealerSTAT 2020, i concessionari italiani più soddisfatti vendono Toyota